Le (due) immagini del decennio

In questi ultimi giorni del 2009 in tanti provano a fare un consuntivo del decennio che sta finendo.
Su The Big Picture hanno elencato le 50 foto che meglio riassumono dieci anni di notizie.

Per me su tutte, queste due sono le immagini simbolo degli anni zero.
L’attacco alle torri gemelle e la scellerata reazione del mondo occidentale.

A person falls from the north tower of New York's World Trade Center in this Sept. 11, 2001 file photo, after terrorists crashed two hijacked airliners into the World Trade Center and brought down the twin 110-story towers. (AP Photo/Richard Drew)
A person falls from the north tower of New York’s World Trade Center in this Sept. 11, 2001 file photo, after terrorists crashed two hijacked airliners into the World Trade Center and brought down the twin 110-story towers. (AP Photo/Richard Drew)
An Iraqi prisoner of war comforts his 4-year-old son at a regroupment center for POWs of the 101st Airborne Division near An Najaf, Iraq in this March 31, 2003 file photo. The man was seized in An Najaf with his son and the U.S. military did not want to separate father and son. (AP Photo/Jean-Marc Bouju, File)
An Iraqi prisoner of war comforts his 4-year-old son at a regroupment center for POWs of the 101st Airborne Division near An Najaf, Iraq in this March 31, 2003 file photo. The man was seized in An Najaf with his son and the U.S. military did not want to separate father and son. (AP Photo/Jean-Marc Bouju, File)

Luca

Ma non erano stati gli zingari?

Ho evidentemente perso parecchi passaggi intermedi, ma Denise non era stata rapita da sconosciuti e sicuramente avvistata insieme ad un gruppo di zingari?
Mi sembra di capire che le cose potrebbero essere andate diversamente.

Il Gup di Marsala Lucia Fontana ha rinviato al 18 dicembre l’udienza preliminare del processo per il sequestro della piccola Denise Pipitone. L’imputata principale, Jessica Pulizzi, sorellastra di Denise, accusata di sequestro di persona, non era presente in aula.

Luca

Ora qualcuno dovrà trovare delle spiegazioni valide

C’è chi lo ha detto da subito che dietro la vicenda di Marrazzo ci poteva essere qualcosa di ben più grosso di un festino sesso, droga e rock’n roll.
Il “suicidio” di Brenda è una di quelle cose troppo strane per poter essere plausibili.
Quando uno si ammazza mica si mette a dar fuoco alla casa.
Magari il fuoco serve a cancellare le prove.

In che cavolo di paese viviamo.

Luca