Ecco l’iPhone, il gadget che non sfonderà

iPhone

Le mie previsioni di ieri sono state confermate.
Le grandi novità presentate da Steve Jobs durante il keynote di San Francisco si riducono ad una e mezza.

La mezza è Apple TV, gingillo interessante, ma che non cambierà molto nell’abitudine delle persone di usufruire della TV.

La vera novità è iPhone, l’iPod che diventa telefono con touch screen.
iPhone è anche fotocamera da 2 MP e client internet Wi-fi.
L’oggetto è splendido, come quasi tutti gli oggetti provenienti da Cupertino.
I macmaniaci sono esplosi nei soliti gridolini di piacere.

I dubbi, però, sono tanti.
Sarà importante capire quanto sia robusto l’iPhone. Lo possiamo tenere in tasca o deve essere trasportato in una bacheca di vetro?
Perché il cellulare deve essere un oggetto da battaglia. Temo che l’iPhone non lo sia, almeno a giudicare dal touch screen.
Il prezzo, che per Apple è sempre un dettaglio poco interessante, è piuttosto importante anche se pari a quello dei telefonini di fascia alta. Si parla infatti di 499 $, che per uno strano cambio dollaro-euro, si trasformeranno in 499 €.
A questi andranno aggiunti i soldi per la custodia, gli auricolari, ecc…

Secondo me l’iPhone rimarrà un gadget fantastico per pochi fanatici appassionati.
Nokia, Motorola e Sony-Ericsson possono continuare a dormire sonni tranquilli.
L’iPhone diventerà sicuramente un oggetto di culto, ma in pochi lo acquisteranno al posto del loro telefonino.

Luca

LE REAZIONI NELLA BLOGOSFERA

Foto Apple.com

links for 2007-01-09

Oggi, Steve Jobs

SteveJobs
Se oggi scorrete le notizie nel vostro aggregatore, noterete un numero incredibile di blog nei quali si parla del keynote di Steve Jobs alla MacWorld Conference di San Francisco.
Steve Jobs è, per quelli che non lo sapessero, uno dei fondatori ed attuale CEO della Apple.
I fanatici della mela lo considerano una specie di profeta.
I suoi annuali interventi alla MacWorld Conference sono attesi in modo febbrile.

L’anno scorso Jobs annunciò il lancio dei primi iMac con processore Intel.
Quest’anno i rumors si concentrano su due prodotti della mela:

Chissà che le due novità non si riducano ad una…
Un iPod che funzioni anche come telefonino.
Si, questa sarebbe una notiziona.

Anche se la vera notizia sarebbe un Mac che costa quanto un PC.
Ma questa, lo so, è una chimera.

Luca

Foto Wikipedia

Comprare mp3

Sono un appassionato di musica.
Mi piace ascoltarla, soprattutto nel tempo che trascorro in macchina.
Ho un discreto numero di CD, che ho accumulato negli anni.
Soprattutto durante l’adolescenza ho speso buona parte delle mie risorse in musica.
C’è un solo problema.
La musica costa troppo.
Un CD nuovo non lo paghi meno di 19-20 €.
E sono tanti i CD che vorrei aggiungere alla mia collezione.

Quindi che fai? La pirateria è illegale, si sa.
Quando vai al cinema ti sparano uno spot a tutto volume che ti lascia atterrito e terrorizzato. Fanno sentire chi copia musica illegalmente al pari del peggiore stupratore.
Internet però ci viene incontro. Possiamo acquistare musica in formato mp3 (o formati analoghi), che ha qualità inferiore al CD audio, ma è comunque accettabile. Ci sono però tante limitazioni, perché con gli mp3 acquistati non puoi farci ciò che vuoi. Sono soggetti a DRM, al diritto di autore cioè; simpatici meccanismi software che limitano l’utilizzo dei file acquistati. Non puoi ad esempio masterizzarli su di un cd, magari per ascoltarteli in macchina. O se puoi farlo, lo puoi fare per un numero limitato di volte.

Tutto è fatto per invogliarti alla pirateria. Le major sembrano non capirlo.

A volte però si trovano delle isole felici, dove si riesce ad acquistare musica a prezzi accettabili.
E’ il caso di Play.com per i cd nuovi e di AllOfMp3 per la musica digitale.
Su Play.com tutti i cd costano meno che in negozio e non hanno spese di spedizione, anche se acquisti un solo pezzo.
AllOfMp3 è invece un sito russo in cui si acquistano album in formato mp3 con meno di 2 euro.
AllOfMp3 è sotto il fuoco incrociato di tutti i concorrenti e degli organismi di controllo sul commercio che ne vogliono la morte immediata.
Oggi AllOfMp3 è uscita allo scoperto, spiegando come si un suo diritto vendere musica.
Sappiamo tutti come finirà la storia. AllOfMp3 chiuderà. O sarà costretta ad adeguare i suoi prezzi.
Per la gioia di Steve Jobs e di tutti quelli che vendono musica.

Per rendermi conto dei prezzi, ho fatto un confronto.
Ho preso come campione un album vecchio (The dark side of the moon dei Pink Floyd) ed uno appena uscito (The Garden degli Zero 7).
Questi sono i risultati.
Ora provate a convicermi a comprare su i-Tunes. Se ci riuscite.

Luca

The dark side of the moon
play.com € 17,99 (Cd Audio, comprese spese di spedizione)
buy.com € 10,87
itunes € 9,99
Napster € 8,33
Real € 5,85
AllOfMp3 € 1,01
legalsounds € 0,75

The Garden
play.com € 14,99 (Cd Audio, comprese spese di spedizione)
buy.com € 10,87
Napster € 10,01
itunes € 9,99
Real € 5,85
AllOfMp3 € 1,21
legalsounds € 0,90

Il mio prossimo computer

Si, ho deciso.
Il mio prossimo computer sarà un Mac.
Sono stufo di dover spianare il mio PC ogni sei mesi.
Sono arcistufo di Windows e della sua strana capacità di autoingigantirsi, fino a diventare un mostro ingestibile.

Sono un po’ stufo anche di Linux, che non mi permette ancora di fare quello che vorrei.
Le mie risorse di tempo sono limitate e non ho le capacità per far funzionare il pinguino come vorrei.
Sono anni che lo promettono, ma ancora Linux non riesce ad essere un sistema desktop per tutti.
Non per colpa sua.

Un Mac, invece ha tutto quello che ti serve. E funziona.
Oggi costa poco più di un buon PC.

E poi due giorni fa Steve Jobs ha presentato i nuovi iMac con processore Intel.
Dovrebbero essere una bomba.

Quindi via, destinazione Mac.
“Think different”

Luca