Storie sul freddo americano

nicholas simmons
(AP Photo/Jacquelyn Martin)

A me piacciono il freddo e la neve, per cui guardo con aria sognante le immagini che arrivano in questi giorni dagli Stati Uniti.
Quando penso a quanto mi piaccia il freddo, c’ho sempre un piccolo tarlo che mi rode ed è quello dei senzatetto.
Così. tra le foto del freddo americano, ho visto questa qui sopra che mi ha colpito.

E’ Nicholas Simmons, un ragazzo ventenne, scappato da casa l’ultimo dell’anno e ritrovato dai genitori proprio grazie a questa foto scattata da un fotografo di Associated Press e pubblicata su USA Today insieme a tante altre foto che raccontavano gli effetti dell’ondata di freddo sulla vita degli americani.

E niente, c’ho sempre questo tarlo dei senzatetto quando penso al freddo.

Luca

Immagini | The Atlantic

Nevicherà questo inverno?

Perché poi, arriviamo a fine Novembre e tutti noi meteomaniaci stiamo lì a chiederci quando e se nevicherà.

Ci sono alcune previsioni stagionali che prevedono un dicembre piuttosto interessante per le regioni tirreniche, diciamo pure per la Toscana, ammesso che certe condizioni si verifichino.

Un Dicembre ed un Gennaio freddi e nevosi.

C’è qualcosa di meglio?

Luca

Il nucleare è molto cattivo. Non che il gas sia buono

La Russia potrebbe ridurre nei prossimi giorni la fornitura di Gas all’Italia

Stavo sonnecchiando nel bus ascoltando Radio 24, ma devo dire che una notizia mi ha fatto sobbalzare.
Stavano intervistando Scaroni, AD dell’Enel.

Siamo in emergenza e abbiamo reagito all’emergenza aumentando le importazioni di gas dall’Algeria e dal nord Europa attraverso la Svizzera. Quindi non abbiamo problemi fino a mercoledì.

Mercoledì, va beh, ci sono ancora due giorni, ci penseremo.

Attendiamo un’altra ondata di freddo in Russia e non sappiamo che comportamento avrà Gazprom giovedì e venerdì. Ci stiamo preparando a momenti ancora difficili. Per questa ragione c’è la riunione domani al ministero dello Sviluppo, per prepararci a un’ulteriore emergenza. Nella peggiore delle ipotesi dovremo intervenire sugli interrompibili.

Potremmo dire che la nostra politica energetica pare avere alcune lacune.
Lievi, del tipo che fra due giorni forse iniziano a razionare l’energia elettrica.

Luca

La bellezza della meteorologia

L’italia si appresta a vivere una delle più importanti fasi fredde degli ultimi 20 anni

Fino a qualche giorno fa i meteorologi piangevano per un inverno già quasi morto in partenza.
Contro quasi tutte le previsioni, oggi forse assisteremo ad una delle fasi fredde più importanti degli ultimi 20 anni.

I redattori di Meteolive, che di solito sono molto prudenti, questa volta si sono sbilanciati:

Un evento del genere non si verificava almeno da dicembre del 96, ma potremmo scalare la classifica del gelo e delle nevicate storiche con il passare dei giorni. Sino a venerdì freddo concentrato soprattutto al nord e sul centro Europa, grandi nevicate sul centro Italia con molte città coinvolte, tra cui Firenze. Nel fine settimana freddo ovunque, con possibili rovesci di neve anche su Roma e Napoli. Valori termici eccezionalmente bassi attesi su tutta l’Europa centrale.

Il tutto dovrebbe iniziare nella serata di oggi, ma il bello dovrebbe avvenire venerdì:

FINE SETTIMANA: qui sta la spettacolarità di questo evento. La grande massa gelida affluita sul centro Europa troverà come valvola di sfogo la valle del Rodano. La circolazione sull’Italia rimarrà ciclonica e l’afflusso di quest’aria così gelida, pur riscaldata in parte dal passaggio sul mare ma anche umificata, darà vita ad una nuova fase molto instabile al centro-sud con rovesci di neve a quote anche prossime al litorale, specie tra bassa Toscana, Lazio, Campania, Sardegna.

Vedremo.
I meteorologi sono anche molto bravi a ritornare sui loro passi, ma per come si sono sbilanciati, sarebbe il più grosso flop previsionale degli ultimi venti anni.
Questo si.

Luca