La sinistra snob e i diritti umani

Stamani leggevo Luca Ricolfi su La Stampa parlare, come gli succede spesso, dello snobismo della sinistra (qui l’articolo).
Il tema è quello dei respingimenti degli immigrati.
Ricolfi sostiene che la sinistra come al solito non riesce ad essere realista e a capire che rimandare indietro i barconi di clandestini è non soltanto giusto, ma è anche quanto vuole la stragrande maggioranza degli italiani.
Secondo Ricolfi il PD non riesce ad ammettere che il Ministro Maroni in questo caso, come in altri, avrebbe ragione.

Non voglio negare l’incapacità della sinistra di affrontare in modo efficace le problematiche riguardanti la sicurezza e l’immigrazione.
Anche perché è un’incapacità che condivide con praticamente tutti i governi del mondo.

Rimandare indietro un barcone di immigrati ha però poco a che fare con lo snobismo o con il buonismo (altra accusa rivolta quotidianamente alla sinistra), ma ha molto a che fare con il rispetto dei diritti umani e del diritto di asilo.

Ho l’impressione che Ricolfi a volte si intestardisca nel sostenere la parte di quello di sinistra che ha capito soltanto lui quali sono i mali e le incapacità dell’area politica alla quale appartiene.
Ritengo che in questo caso che lo snobismo non c’entri niente.
Forse si confonde semplicemente la destra con la sinsitra.
Qualche esile differenza ancora c’è.
Ricolfi ne dovrebbe prendere atto.

Luca

One thought on “La sinistra snob e i diritti umani”

Comments are closed.