Massa

Io capisco che sia giusto garantire la privacy delle persone, anche quando queste sono famose.
Se però oggi il chirurgo che mi opera dice che mi ha tolto delle schegge di osso dal cervello e che ho evidentemente dei danni cerebrali, domani altre persone, che non mi hanno operato, non possono dire che va tutto bene e che non ho nessun danno.
Come può un osso entrare nel mio cervello e non provocare danni?

Diciamo che non sono in pericolo di vita e che ho diritto a non far sapere a tutto il mondo che tipo di danni cerebrali mi porterò dietro per il resto dei miei giorni.

Almeno la facciamo finita con la pantomima dei tempi di recupero e delle domande su quando potrò tornare a guidare.

Luca

E adesso, portate Alonso in Ferrari

Il Gran Premio di ieri è stato il degno finale di una stagione avvincente.
Hamilton ha vinto un mondiale che ha rischiato di perdere per il secondo anno consecutivo, nonostante i regali fatti dalla Ferrari.
Sulla presunta bravura del pilota inglese ci sarebbe molto da dire, ma ha vinto lui e va bene così.

La stagione di F1 appena conclusa ha secondo me evidenziato che in attività c’è un unico grande pilota: Fernando Alonso.

Gli altri, Hamilton compreso, sono bravi o bravissimi, ma non hanno la stoffa del piloto spagnolo, capace di far fare cose ottime ad una Renault ormai quasi cadavere.

Non si capisce perché il Alonso venga snobbato dalla Ferrari e soprattutto perché abbiano deciso di confermare Raikkonen che ha dimostrato tutti i suoi limiti e che non riuscirà mai più a vincere un mondiale, regalatogli l’anno scorso da Hamilton.

Insomma, Massa va confermato, ma la prima guida della Ferrari dovrebbe essere Alonso.
Raikkonen, che ormai lo abbiamo pagato, giriamolo in prestito a qualcuno.

Non è tollerabile continuare a vedere Alonso sacrificato in macchine non competitive.

Luca