Invisible Picture Show

E’ in corso una campagna di sensibilizzazione per far conoscere le storie delle migliaia di bambini rifugiati che ogni anno vengono detenuti in centri di immigrazione perché trovati senza la giusta documentazione. In questi centri, vere e proprie carceri, i bimbi vi restano a volte per anni, spesso con un solo genitore o con nessuno dei due.

Milioni di bambini sono obbligati a lasciare il loro paese a causa di persecuzioni o per cercare un futuro migliore.
Migliaia di bambini sono detenuti, con o senza i loro genitori, perché non hanno la giusta documentazione.
I bambini meritano cura e supporto.
I bambini hanno diritto ad essere liberi.
I bambini non appartengono alla detenzione.

Invisible Picture Show, è un film di animazione con le telefonate registrate di alcuni di questi bambini che raccontano la loro storia.
Il sito è tutto fatto in flash e di una pesantezza intollerabile, ma il progetto mi pare molto bello e degno di essere visto. Qui di seguito c’è una breve presentazione.

E’ una realtà che in pochi conosciamo e che forse dovremmo sforzarci di conoscere meglio.

Luca