Il nucleare è molto cattivo. Non che il gas sia buono

La Russia potrebbe ridurre nei prossimi giorni la fornitura di Gas all’Italia

Stavo sonnecchiando nel bus ascoltando Radio 24, ma devo dire che una notizia mi ha fatto sobbalzare.
Stavano intervistando Scaroni, AD dell’Enel.

Siamo in emergenza e abbiamo reagito all’emergenza aumentando le importazioni di gas dall’Algeria e dal nord Europa attraverso la Svizzera. Quindi non abbiamo problemi fino a mercoledì.

Mercoledì, va beh, ci sono ancora due giorni, ci penseremo.

Attendiamo un’altra ondata di freddo in Russia e non sappiamo che comportamento avrà Gazprom giovedì e venerdì. Ci stiamo preparando a momenti ancora difficili. Per questa ragione c’è la riunione domani al ministero dello Sviluppo, per prepararci a un’ulteriore emergenza. Nella peggiore delle ipotesi dovremo intervenire sugli interrompibili.

Potremmo dire che la nostra politica energetica pare avere alcune lacune.
Lievi, del tipo che fra due giorni forse iniziano a razionare l’energia elettrica.

Luca

6 thoughts on “Il nucleare è molto cattivo. Non che il gas sia buono”

  1. Non è che per caso ci stiamo rendendo conto di essere vulnerabili su un po’ troppi aspetti? Se giocassimo a Risiko, mi aspetterei l’annessione dell’Italia da parte di qualche altro giocatore da un momento all’altro….

  2. PS: in effetti stavi sonnecchiando… Scaroni è AD di ENI. Gli “interrompibili” sono i contratti di somministrazione verso aziende grandi consumatrici che, in cambio di uno sconto sulle tariffe, accettano il rischio che l’Eni possa in caso di emergenze, tagliarli temporaneamente la fornitura. Non credo si stia parlando però di grandi consumatori tipo Enel….

  3. Effettivamente mi sono spiegato male. Scaroni (ENI) dice che arriverà meno gas dalla Russia. Il gas lo bruciamo per ricavare energia elettrica che Enel (e altri) distribuiscono. Meno gas, meno energia e da qui nasce la necessità di razionarla. Il gas da riscaldamento è un’altra cosa.

  4. Il tema è sempre lo stesso. Dipendiamo dagli altri per la produzione di energia elettrica. Il giorno che, per qualsiasi motivo, le forniture vengono ridotte, nascono i problemi.

Comments are closed.