Manca poco

Ormai non mi interessa se perdo la faccia fra pochi giorni.
Mi sbilancio.
Milano è persa e con lei anche il governo del paese.
Non si riesce a governare avendo tutti contro.
È finita.
Manca poco.

Ormai non mi interessa se perdo la faccia fra pochi giorni.
Mi sbilancio.
Milano è persa e con lei anche il governo del paese.

Lo si capisce da tante cose.
Io sono un ascoltatore di Radio 24, la radio di Confindustria (c’è un’altra radio che sia ascoltabile per più di 10 minuti? Se si, segnalatemelo, grazie).
E su Radio 24 stanno massacrando il governo.
Ad ogni minuto.
Perfino durante i notiziari.

Su SKYTG24 fanno tranquillamente beffe di Berlusconi e del suo governo, in ogni momento..

Il Corriere ormai è sceso dal carro.

Non si riesce a governare avendo tutti contro.

È finita.
Manca poco.

Luca

7 thoughts on “Manca poco”

  1. il corriere è sceso dal carro almeno un’altra volta in passato (ricordi l’endorsement di mieli?) e confindustria era filogovernativa con d’amato, poi molto meno. la realtà è che silvio non muore mai, manco quando perde, e difficilmente scenderà dal cavallo, a costo di fare a pezzi questo paese.

  2. Questa volta è diverso.
    Mieli si schierò alla fine della campagna elettorale.
    Ora il governo è stato mollato da tutti quando è ancora in corsa.

    Poi magari mi sbaglio, ma a me pare finita.

  3. confermo che la posizione di confindustria è molto critica. Folli – che un tempo fu chiamato a dirigere il “corriere” perchè filo-silvio – quotidianamente mostra i punti deboli della coalizione e del governo, con rispetto e lucidità (fornendo visioni peraltro interessanti e non banali). venerdì un articolo di un prof bocconiano spiegava perchè un liberista non poteva votare la moratti (dimenticando di spiegare perchè quelle ragioni non potevano essere contestate a pisapia, che – con tutti i meriti che può avere – ha anche quello di non essere socialista e liberista insieme.
    perdono milano? può darsi, ma non so se non arriveranno a situazioni pressochè ingovernabili.

  4. Stamani alla radio ho sentito un’intervista di Mons. Mario Crociata (segretario CEI), apertamente antimorattiano, di piu` antigovernativo.
    Stanno tutti scendendo dal carro.

    Secondo me bisogna solo stare a vedere cosa fara` la lega.
    Se continuera` a dare retta a B. per convenienza o se comincera` ad ascoltare il proprio elettorato….

Comments are closed.