Tintinnar di manette

prosperini

Vi potete immaginare quanta simpatia io possa provare per Prosperini, assessore leghista alla Regione Lombardia ed autore di manifesti come quello che vedete qui sopra.
Quello che però è successo ieri non è degno di un paese civile.
In una trasmissione di una televisione locale lo chiamano e gli dicono in diretta che sta per essere arrestato per vicende di tangenti.
Lui nega, dice di non saperne niente, che non c’è motivo che lo arrestino.
Il conduttore insiste, dice che ci sono lanci di agenzia che danno per sicuro il suo arresto.
Lui dice che deve terminare la telefonata.

Ecco, poi lo hanno arrestato davvero.
Ci sono giudici che comunicano i loro provvedimenti prima ai giornalisti che non alle persone interessate.
Sarebbe necessario che qualcuno dicesse a quei giudici che non ci si può comportare così.
E magari chiedano scusa a Prosperini.

Luca

Via | Gianluca Pezzi

9 thoughts on “Tintinnar di manette”

  1. piccola segnalazione: prosperini, nato nella lega, si è poi trasferito in AN ed ora milita nel PDL.

    mi è giunta voce che il giudice che sta seguendo l’indagine sia persona particolarmente scrupolosa. probabilmente – come spesso succede, anche per motivi di far quadrare i bilanci familiari – la notizia è arrivata alle agenzie tramite gli anelli successivi della catena.

    questa segnalazione (lo ammetto) per fare anche io un passo indietro in questo clima velenoso (dato che nei confronti dei giudici ultimamente sono stato parecchio incattivito).

  2. @yetiste
    Ovviamente non sarà stato il giudice a passare la notizia, ma uno del suo ufficio.
    Prosperini è una persona spregevole, ma il diritto dovrebbe valere per tutti.

  3. mi risulta che durante la spassosissima telefonata a Paoletti Prosperini avesse i finanzieri davanti. E comunque il video fa morir dal ridere

  4. @Davide R.
    Può darsi che avesse i finanzieri davanti, anche se mi pare strano che quando ti vengono ad arrestare ti facciano fare un’intervista telefonica, ma il problema resta lo stesso.
    In ogni caso la procura ha informato i giornalisti mentre la finanza procedeva all’arresto…

    @yetiste
    Più spregevoli di lui ne conosco pochi…

  5. @enrico
    Guarda, erano commenti importati dalla discussione fatta sul blog di Francesco Costa (che mi ha linkato).
    Uso un plugin (BackType) che importa i commenti fatti sul post che viene linkato su FriendFeed e su Twitter, ma non pensavo che mi importasse anche i commenti dei blog che ti citano.
    Ho disattivato quella funzione ed i commenti non si vedono più.
    Se vuoi, li trovi qui.

Comments are closed.