L’inizio di tutto

Non ho il polso dei sentimenti del paese.
Non ce l’ho mai avuto.
Il discorso con cui Berlusconi ufficializzò la sua discesa in campo a me pare un discorso noioso, inutile, privo di attrattiva.

Eppure ricordo benissimo, la sera in cui fu trasmesso il comunicato, le discussioni fatte con gli amici che in tanti furono rapiti da quelle parole.
Avevo 19 anni e vidi persone, assolutamente disinteressate dalla politica, improvvisamente appassionarsi per questa favola del nuovo miracolo italiano.
Anni dopo in molti si sono ricreduti.

Quindici anni dopo siamo ancora qui a parlare di questo omino piccolo piccolo che da allora tiene in scacco la politica italiana.

Luca

2 thoughts on “L’inizio di tutto”

  1. ammetto, nel 1994 lo votai, perchè – da liberale – non mi piaceva l’idea di un plebiscito popolare che incoronasse la sinistra. quando seppi che aveva vinto le elezioni, pensai di avere sbagliato ad andare a votare… non riesco a sentirmi colpevole di avere dato il mio voto allora, ma … mi domando che cosa sarebbe successo se non avesse vinto.

Comments are closed.