Berlusconi si è assolto

Berlusconi è stato assolto nel processo SME.
Era innocente?
No, non fatevi ingannare.

E’ che nel 2002 si era fatto fare una legge per cancellare il falso in bilancio.

Ricordatevi chi è la persona alla quale state per ridare il vostro voto.

Luca

17 thoughts on “Berlusconi si è assolto”

  1. A me piacerebbe sapere come sia possibile che uno, assolto dopo aver cambiato la legge che lo avrebbe fatto condannare, prenda il voto di un elettore su 4.

  2. ho cercato di capire se sia stata accettata la tesi della bocassini (prescrizione) o della difesa (assoluzione), ma non ci sono arrivato (demenza senile, probabilmente). vorrei anche capire come una legge simile abbia valore retroattivo (il reato è stato commesso prima che venisse depenalizzato)…
    due sono i motivi per cui mi spiace che questo governo sia caduto:
    – perchè non ha fatto in tempo a (o non ha saputo) revocare le leggi ad personam;
    – perchè il rischio è che torni ad imperversare berlusconi. per qualche mese ero anche riuscito a vedere il telegiornale…

    (pensa come sono messo, non riuscendo in alcun modo a votare per il centrosinistra… per l’ennesima volta, tornerò a non votare)

  3. yetiste: tutto congiura per allontanare dal voto le persone di buon senso. Che sia anche questa una strategia??

  4. delpra: la tua analisi è suggestiva e seducente (come diceva una vecchia splendida canzone di dalla)… ma se non vado a votare io, significa che allontana anche quelle con poco buon senso… ahahahah

  5. @yetiste: il tribunale ha accolto la tesi della difesa che chiedeva l’assoluzione. Il reato di falso in bilancio non esiste più e credo che l’interpretazione della legge possa essere fatta in modo retroattivo.

  6. Confermo, nel nostro diritto penale la modifica delle norme è sempre a favore del reo (è un principio di civiltà giuridica, non cadiamo nell’ideologia forcaiola, per favore).
    Quindi se si estingue un reato, la cosa ha effetto reatroattivo, se se ne introduce uno nuovo ha effetto da quel momento in poi.

  7. cioè, volevo dire che “in astratto” è cosa giusta che si favorisca il reo. Non volevo dire che è cosa giusta favorire Berlusconi!

  8. beh,io non lo voto di certo ma Prodi,in un anno e mezzo poteva benissimo cancellare questo scandalo…e invece?

  9. @yetiste, anche io non so dove battere il capo per il voto, ma a votare ci andrò: per esprimere il mio totale dissenso annullerò la scheda (a meno che nel frattempo non si presenti qualcuno degno). credo che il messaggio che l’elettore da annullando sia diverso da quello del non voto.

  10. eleonora: mi auguro che nel frattempo arrivi qualcosa per te degno, perchè significa che finalmente usciamo dalla palude. La tua scelta di annullare è sicuramente più meritevole e più sensata della mia. la mia scelta di astenermi è dovuta – nello specifico – al fatto che non concepisco il senso di queste elezioni anticipate, se non di un esercizio bizantineggiante di persone che esercitano il proprio potere esclusivamente per poterlo esercitare (ossia, senza vedere che cosa questo comporti per i normali cittadini…). e l’unico modo per loro di capirlo è di vedere le percentuali di votanti… (forse perchè sono abituati agli share dell’auditel?)

  11. @yetiste: capisco, e mi ripormetto di riflettere accuratamente su ciò che dici. si tratta di capire cosa per questi signori è più significativo: la % di schede annullate o la % di non votanti?

  12. le schede nulle vanno a favore della maggioranza, mi diceva qualcuno… io di statistica capisco poco o niente (giusto il calcolo probabilistico, e pure male). e visto che per me astensione o annullamento pari sono faccio ciò che può “fare peggio a lorsignori”… ripeto, mi auguro che qualcosa sorga che possa farci sentire felici di votarlo…

  13. A lor signori non cambia nulla.
    Rinunciare al voto significa firmare una delega in bianco.
    Preferisco avere qualcuno da maledire… 🙂

  14. anche questo è un ragionamento decisamente più sensato del mio!

    le volte che non mi sono presentato alle urne (dopo il 1994 tutte le volte che c’era una votazione e non venivo chiamato come scrutatore) mi sentivo sereno del fatto che – essendo io dissennato – lasciavo mandato agli altri, certo più capaci di me. dopodichè, ero costretto a non lamentarmi di chi vinceva (e nel 2001 è stata una soddisfazione tale non votare…)

  15. per sdrammatizzare vi racconto come ha commentato la notizia stamani Luca Bottura a Lateral su Radio Capital:
    “Berlusconi assolto perché il fatto non costituisce più reato…la vera notizia è che ESSERE BERLUSCONI non è più reato!!!”

    almeno mi ha fatto ridere…

Comments are closed.