Cana

Oggi ho scoperto che il comune nel quale risiedo è gemellato con Cana e che durante i bombardamenti di qualche giorno fa è stata rasa al suolo una ludoteca costruita con i fondi stanziati dalla regione. Il sindaco, incazzato come un iena, ha convocato un consiglio comunale straordinario, per emanare un comunicato di condanna contro i bombardamenti israeliani.

La tragedia di Cana ora mi è ancora più vicina.

Intanto Amnesty ha emesso un comunicato nel quale chiede un cessate il fuoco immediato.
Cito una frase secondo me significativa.

Il concetto di ‘zona di libero fuoco’ (*) e’ incompatibile col diritto umanitario. L’attacco di Cana e’ sintomatico del modo in cui il conflitto e’ stato condotto fino a oggi e indica o che Israele non sta prendendo le necessarie precauzioni per risparmiare vite civili o che ha lanciato intenzionalmente un attacco sproporzionato contro i civili.

(*) nella terminologia militare, si intende come una zona in cui, trascorso del tempo da un preavviso, chiunque vi si trovi viene considerato ostile e dunque un obiettivo legittimo.

Luca