Andreotti, la Franzoni, Bossi & C.

Capita che, nelle lunghe notti passate a cercare di addormentare il proprio bimbo, si trascorra molte ore davanti alla TV o, se va bene al PC.
Succede quindi di vedere volti e figure che pensavamo nascoste nella Terra di Mezzo.

Se quindi vedete un signore gobbo e semi-rincoglionito fare una pubblicità in aereo insieme ad Amendola ed alla Marini, beh quello è proprio Andreotti. Che nonostante tutto fa sorridere. Perché non è lui. E’ la sua versione buona. Quella cattiva non si vede più.

In TV appaiono volti ancora meno rassicuranti.
Quello della Franzoni, per esempio.
Che avrebbe tutte le ragioni del mondo per ritirarsi nel suo anonimato.
E invece fa di tutto per farsi vedere.
Anche grazie ai consigli di quel grand’uomo di Carlo Taormina. Che deve soltanto difendere Godzilla per completare la sua collezione di clienti.

Il volto di Umberto Bossi non lo vedevamo da tempo. E’ un volto che ha sofferto. E che oggi viene usato dai suoi compagni di merende per festeggiare una falsa vittoria.
La malattia usata per guadagnare consensi.
Mario De Filippi ha fatto scuola.

Verso le 3 o le 4 di notte può anche capitare di vedere strani cadaveri, neri, bruciati o consumati fino all’osso.
Quelli sono i morti di Falluja.
Ma non esistono veramente.
Tranquilli.
Compaiono soltanto la notte su RaiNews 24

Per fortuna posso abbassare lo sguardo.
E vedere Tommy che mi sorride.

Luca