Orecchie da mercante?

Credo che in Italia ci siano poche categorie di persone così sorde come i politici.
Venerdì scorso è uscito sul settimanale L’Espresso un reportage del giornalista Fabrizio Gatti, che ha fatto finta di essere un clandestino curdo naufragato a Lampedusa per documentare la vita all’interno di un Centro di Permanenza Temporanea.
Gatti ha potuto documentare quello che tutti già sanno, cioè che i CPT violano palesamente il diritto nazionale ed internazionale per quanto guarda il diritto di asilo ed il rispetto dei diritti umani di base.
Scarsissima igiene, violenze, offese, disprezzo per le altre religioni, mancanza di comunicazione. Sono gli ingredienti che compongono i CPT.

Il reportage ha aperto un dibattito, con polemiche e invettive rivolte soprattutto al ministro Pisanu, il responsabile politico dei CPT.
E poi?
Niente.
Non vorrete mica che qualcuno faccia qualcosa per migliorare le condizioni di vita di questi relitti umani che approdano sulle nostre coste?

Anche il centro-sinistra, impegnato a farsi inculare da Casini con la nuova legge elettorale, non mi sembra che sia attivato molto.

Venerdì esce un nuovo numero dell’Espresso. Chissà quali nuove storielle ci racconterà.
Si, perchè il reportage di Gatti è rimasto una storiella. Niente di più.

Luca