Contare i giorni degli altri

Un giornale scandalistico americano ha fotografato Steve Jobs mentre esce da un centro oncologico, ha fatto vedere le fotografie ad un medico e questo ha sentenziato che al CEO di Apple rimangono soltanto sei settimane di vita.
A volte ci sono notizie che si possono anche non dare.
I grandi quotidiani italiani potevano fare questa scelta, ma hanno ovviamente perso l’occasione.

Un giornale scandalistico americano ha fotografato Steve Jobs mentre esce da un centro oncologico, ha fatto vedere le fotografie ad un medico e questo ha sentenziato che al CEO di Apple rimangono soltanto sei settimane di vita.

I giornali italiani ovviamente riprendono la notizia.

Su FriendFeed ad una mia domanda se un’operazione di questo genere non fosse una cosa di cattivo gusto, fabriziovenerandi mi ha giustamente risposto:

fare la foto di uno che esce da un centro oncologico e mostrarla a un dottore per sapere quante settimane di vita secondo lui ha, guardando la foto, non è di cattivo gusto, è perfettamente in linea con il niente

A volte ci sono notizie che si possono anche non dare.
I grandi quotidiani italiani potevano fare questa scelta, ma hanno ovviamente perso l’occasione.

Intanto Steve Jobs, alla faccia loro, stasera incontra Obama per parlare di tutela della tecnologia americana.

Luca

La quadratura del nano

A Londra Steve Jobs ha presentato i nuovi iPod.
Il cambiamento più importante ha riguardato l’iPod Nano, diventato quadrato e multi-touch.
Passato anche da 129 € a 169 €, che a casa mia fa un +30%.

ipod nano quadrato

Ieri sera a Londra Steve Jobs ha presentato i nuovi iPod.
Il cambiamento più importante ha riguardato l’iPod Nano, diventato quadrato e multi-touch.
Passato anche da 129 € a 169 €, che a casa mia fa un +31%.

Nel dorato mondo di Steve Jobs non c’è crisi che tenga.

Luca

Sbruffone

Se la risposta che Steve Jobs ha dato ad un utente che chiedeva spiegazioni sul perché siano state rimosse le applicazioni porno dall’App Store l’avessa date Bill Gates ora saremmo tutti indignati.

In ogni modo, crediamo di avere la responsabilità morale di mantenere il porno lontano dall’iPhone. Quelli che vogliono del porno, possono pure comprare un Android.

Pure moralizzatore..
Comunque si, meglio un cellulare Android dell’iPhone.

Luca

Via | Melablog

Cambiare idea sull’iPad

ipad con tastiera

Fino a poche settimane fa erano ancora tutti molto scettici sull’iPad.
Come e-book reader molto meglio il Kindle, per telefonare c’è l’iPhone, come portatile ci sono i MacBook.
Dicevano.
Poi si sono messi tutti ad ordinarlo comunque, che non si sa mai.
Soltanto il primo giorno negli USA ne hanno venduti 300.000.

Ora pare che l’iPad sia diventato un aggeggio non soltanto molto figo, ma pure interessante ed utile.
Lo sostengono anche su Boing Boing.
Complice anche il supporto corredato di tastiera, che ne permette un utilizzo normale per chi deve scrivere seriamente.

Insomma, starsene alla scrivania a scrivere o lavorare, poi prendersi la tavoletta miracolosa e buttarsi sul divano o a letto per giocare, leggere o navigare.

A questo punto è probabile che l’iPad possa essere davvero l’ennesima vittoria di Steve Jobs e della sua indiscutibile capacità di fare cose più belle degli altri e di farle molto prima degli altri.
Ne è una spietata conferma la comica notizia di oggi secondo cui Microsoft starebbe per presentare i suoi cellulari touch screen, con tre anni di ritardo rispetto all’iPhone.

Luca

Via | Cristian Conti Tumblr

Sarà per la prossima

Oggi la salute, fisica e mentale, non mi assiste, quindi non riesco a fare una disanima del keynote di ieri sera di Steve Jobs.
L’unica cosa che ho capito è che le mie speranze per ora sono rimaste vane, nel senso che è stato prestentato soltanto un nuovoa aggeggio fichissimo, ma quello che ci riusciremo a fare non è ancora chiaro.

La mia impressione è che come e-book reader l’iPad non sarà da preferire al Kindle, in quanto quest’ultimo ha lo schermo passivo e non stanca nella lettura.
Se mi dovessi sbilanciare direi che l’iPad sarà un gingillo molto carino per fare giocare chi se lo potrà comprare e la gente continuerà ad usare computer ed iPhone.

Ma non datemi troppa fiducia, io a suo tempo previdi che l’iPhone sarebbe stato un fallimento.

Luca