In morte di un social network. Ciao FriendFeed

We want to thank you all for being such a terrific and enthusiastic community. We’re proud of what we built so many years ago, and we recognize that it would have never been possible without your support.

Sapevamo che sarebbe successo.
Lo sapevamo da anni, almeno cinque, da quando fu comprato da Facebook.

Insomma, il 9 Aprile chiudono FriendFeed.

FriendFeed era Twitter quando Twitter doveva ancora prendere piede ed era Facebook quando Facebook ancora non esisteva.
Era anche ciò che rimaneva di Splinder, quando Splinder fu lasciato morire.
Su FriendFeed c’erano i blogger, quando i blog andavano di moda, e ci restarono i blogger quando i blog passarono di moda.

Alla fine, FriendFeed era più una community che un social network.
Aveva molti difetti, ma aveva almeno due grandi pregi.
C’era molta gente, ma non troppa.
E c’era un alto tasso di sano scazzo.

Tutto quello che manca oggi a Twitter e a Facebook, dove tutti si prendono molto sul serio.
E dove, prima di scrivere qualcosa, pensi 100 volte se quella cosa potrebbe offendere qualcuno, perché sui social network ormai ci sono tutti.

Io non lo usavo più da tanto, per motivi di tempo, perché non si può seguire tutto.
Ma un po’ di anni fa mi sono divertito molto su FriendFeed.

Luca

Spostare un blog da Splinder a WordPress.com

Su WordPress.com è stato inserito uno strumento che importa i blog pubblicati su piattaforma Splinder

splinder azalearossa

Sul blog ufficiale di WordPress.com è stata annunciata la disponibilità di una nuova funzionalità che permette di importare un blog pubblicato su piattaforma Splinder, che verrà dismesso alla fine di Gennaio.

Sul post viene spiegata tutta la procedura da seguire.

Bravi i tipi di Automatic.

Luca

Foto | Il Caffè della Peppina

Dada sempre sulla cresta dell'onda

Dada, azienda fiorentina che si dedica al mondo dell’entertainment, ha stipulato un accordo con Sony BMG per l’utilizzo del suo catalogo musicale.
Verrà creata una società al 50% tra Dada e Sony che si chiamerà Dada Entertainment.

Dada, azienda fiorentina che si dedica al mondo dell’entertainment, ha stipulato un accordo con Sony BMG per l’utilizzo del suo catalogo musicale.
Verrà creata una società al 50% tra Dada e Sony che si chiamerà Dada Entertainment, che si occuperà di:

[…]offrire un portafoglio innovativo di servizi di qualità per l’intrattenimento sia su Internet sia su telefonia mobile. A disposizione dei clienti ci sarà una ricca selezione di contenuti musicali, fra cui suonerie, immagini, video suonerie, giochi per il telefonino, sfondi, oltre che audio e video in formato integrale.

Il neonato Blognation Italy mette in risalto la notizia.

Dada è una partecipata del gruppo RCS.
La notizia è infatti apparsa anche su Corriere.it.

Dada ha in passato acquisito la piattaforma di blogging Splinder ed il network Blogo.it.

Luca

Blogo.it e Dada

La notizia più discussa dalla blogosfera oggi è l’entrata di Dada nel capitale di Blogo.it il più celebre network italiano di nanopublishing (con il quale collaboro anch’io).

Dada è uno degli attori più attivi nel campo del social networking e del blogging, tanto che alcuni mesi fa ha acquistato Tipic (Splinder).
Resta da capire se l’operazione ha un carattere puramente finanziario o se Blogo e Dada metteranno in atto una vera e propria sinergia.
Per ora mi sembra di capire che Dada sia interessata soprattutto al flusso di pubblicità veicolato dai blogs di Blogo.

Vedremo che cosa succederà.
Intanto vi potete ascoltare il podcast in cui Lele Dainesi intervista Paolo Barberis, presidente e fondatore di Dada.

Luca

Dada ed il blogging? Avanti un altro

Dada, società di RCS dedicata all’intrattenimento, celebra oggi il suo D-Day.
Il tema è il seguente:

Come community, blog e contenuti generati dagli utenti stanno cambiando la nostra vita, il mondo dell’informazione e il modo di fare business.

Per celebrare l’evento, Dada ha predisposto un blog, il D-DayBLog appunto.
Non visitatelo, non c’è niente. Soltanto qualche brutta foto di persone sedute in una platea e di relatori disposti su di un palco.

Un blog dedicato ad un evento che discute anche di quanto la rete abbia cambiato la nostra vita dovrebbe essere quantomeno decente.
E dovrebbe quanto meno ospitare i contenuti di utenti che abbiano fatto live-blogging durante lo svolgimento delle relazioni.
Niente di tutto questo, se si escludono un paio di video dall’audio incomprensibile registrati con il telefonino.

D’altra parte Dada ed il blogging mi sembrano due realtà che fino ad oggi siano andate poco d’accordo.
Anche se dovranno cominciare a farlo.
La recente acquisizione di Tipic/Splinder faceva pensare ad un rinnovato interessamento di Dada per il blogging.

Vedremo quali saranno le prossime proposte ed iniziative.
Quella di oggi, almeno per chi non era presente sul posto, si è dimostrata ridicola.

Luca