Notizie all’italiana

Sulla strage di Tucson per ora ho fatto due riflessioni.

  1. Siamo abituati a pensare la politica sempre e soltanto come una cosa sporca e corrotta. C’è gente che ci muore a far politica e questo ci deve quanto meno far riflettere.
  2. L’informazione italiana, nelle ore serali, quando i giornalisti migliori lasciano le redazioni, è evidentemente in mano ad un gruppo di incapaci, se è vero che i tre principali quotidiani online hanno prima dato per morta la Giffords, mentre nessuno lo aveva detto, e poi hanno continuato per tutta la sera a collegare l’omicidio con il fatto che la deputata fosse favorevole all’aborto e rivale della Palin. Come dire che la Palin se non è la mandante, poco ci manca. In realtà il ventiduenne che l’ha uccisa è un tipo fuori di testa, di quelli che credono alla fine del mondo nel 2012 e che il governo controlli le menti dei cittadini.

Luca

Grazie, lo sfondo va bene così com’è

Sarah Palin si fa intervistare mentre dietro di lei un trucido signore infila dei tacchini (vivi) in una specie di macchina infernale che uccide le povere bestie e le prepara per la macellazione.

Ora, io mi chiedo come possa venirti in mente di farti intervistare in una situazione del genere.
Ricordatevi di questo video alle prossime elezioni presidenziali americane, perché questa donna ha rischiato di diventare vice-presidente degli Stati Uniti.

Luca

Via | Luca Sofri

La vendetta dei figli

Quando il partito di ex-maggioranza negli USA decide di candidare una fanatica integralista come vice-presidente, non puoi stupirti più di tanto.
Sono americani, repubblicani per giunta. Che ti vuoi aspettare?

Ti stupisci, invece che esistano persone antiabortiste e favorevoli alla pena di morte, o religiose e favorevoli alla diffusione delle armi leggere tra la popolazione.
E Sarah Palin è tutte queste cose insieme.

Ma sono ancora americani e si sa che non hanno mezze misure.

Quando poi vedi il video di un padre che insegna alla sua bambina a smontare e rimontare una mitragliatrice è ormai tardi per stupirsi.
Il danno è fatto.

Non ti resta che sperare che la bambina faccia come la figlia della Palin.
Che trovi, cioè, un modo per vendicarsi.
La figlia della Palin ha trovato una vendetta semplice e piacevole, lei escogiterà sicuramente qualcosa.
I ragazzi hanno molta più fantasia dei loro, malati, genitori.

Luca

Via | Matteo Bordone