Trova le differenze

Il vicesindaco di Napoli, Tommaso Sodano, ha cambiato idea sulla gestione dei rifiuti a Napoli

Roma, 5 Marzo 2008:

Il presidente della commissione ambiente al senato Tommaso Sodano (Sinistra Arcobaleno) attacca un’ordinanza emanata dall’uscente presidente del consiglio, Romano Prodi. Tale ordinanza stabilisce che, per superare l’emergenza rifiuti in Campania potranno essere bruciate nell’inceneritore di Acerra le ecoballe attualmente prodotte negli impianti di Cdr, che non sono a norma.

Napoli, 23 Giugno 2011:

Tommaso Sodano, vicesindaco di Napoli:
Stiamo ragionando seriamente in prospettiva con il sindaco per rendere Napoli autonoma nel ciclo dei rifiuti. Si tratta di un percorso delicato, che richiederà alcune autorizzazioni e vogliamo quindi farlo con estrema calma e cautela per un maggiore efficientamento e per evitare di ritrovarci in emergenza tra 48 ore… […] resta in vigore l’ordinanza del presidente della Provincia di Napoli. Nei prossimi giorni dimostreremo che Acerra e Caivano saranno effettivamente siti di trasferenza.

Si, perché c’è questa cosa incredibile che i rifiuti da qualche parte vanno messi.
Aizzare le folle è ben più semplice che non amministrare una città come Napoli.

Luca

Via | Stefano Menichini

Il distacco dalla realtà della Lega

I ministeri che la Lega intende spostare nella Villa Reale di Monza testimoniano il distacco del partito dalla sua base.

Villa Reale di Monza

Sembra passata un’eternità.
Siamo a Gennaio del 2007.
C’era il Governo Prodi.
Di lì a qualche mese sarebbe stato pubblicato “La Casta” di Rizzo e Stella che divenne un fenomeno editoriale grazie al sentimento di avversione contro la politica dei cittadini.
A Napoli ovviamente c’erano i rifiuti per le strade.
L’Unione (si chiamava così il centro-sinistra, so che non ve lo ricordate) si riunì per fare uno dei suoi soliti incontri al vertice.
Qualcuno decise che forse non c’era un posto peggiore per fare questo incontro che non fosse la Reggia di Caserta.

Siamo in un periodo di forte distaccamento della politica dai cittadini e te dove decidi di fare il tuo inutile seminario? In una reggia. Mentre il popolino affoga tra i rifiuti.

Quell’episodio spiegò molto dell’incapacità del secondo Governo Prodi di rispondere in modo credibile alle richieste della gente.

La proposta di ieri della Lega, di spostare alcuni ministeri nella Villa Reale di Monza, mi ricorda molto di quell’episodio.
Ed è una pessima notizia per la Lega che pare aver completamente perso il senso della realtà.

Sono cicli che in politica ci stanno, ma sarà dura per la Lega riprendere il filo della sua linea politica dopo questa loro sciagurata esperienza al governo.
Nè partito di lotta, né partito di governo.

Luca

Foto | Wikipedia

Facile fare gli ambientalisti con i rifiuti degli altri

napoli monnezza

Non ci ho capito niente della questione rifiuti di Napoli.
Le responsabilità sono molte e ben distribuite.

Tra le altre, ci sono però due cose che non capisco:

  1. Come si fa a preferire di avere i rifiuti in strada piuttosto che in una discarica? Rifiuti in strada che vengono bruciati e che fanno ovviamente molto più male di quelli bruciati nei termovalorizzatori o accumulati in discarica.
  2. Perché i camion che portano rifiuti in discarica vengono fermati, mentre quelli della camorra possono viaggiare tranquillamente trasportando veleni di ogni tipo in ogni dove?

Ieri sera a Radio24 un napoletano raccontava di come la popolazione venga avvertita del passaggio dei camion della camorra e di come se ne stiano tutti zitti in casa senza uscire e senza fiatare, ben attenti a non intralciare le operazioni.

Lo Stato è un assente colpevole e non finiremo mai di condannare la politica per le sue inefficienze e per la sua accondiscendenza verso la camorra.
Ma lo Stato un pochino bisogna anche meritarselo.
Suvvia.

Luca

E se questa è l'Italia

Le notizie di oggi hanno fatto nascere in me alcune domande.
Ve le elenco in ordine sparso.

  • Una mamma decide di affidare la sua bimba di 4 anni ad un baby-sitter un po’ speciale: pedofilo, reo confesso e già condannato, per il quale proprio la suddetta mamma sembra avesse testimoniato a favore nel processo. Succede che, guarda un po’, il pedofilo stupra la bimba e la mamma chiede giustizia. Giornali e TG danno sfogo allo strazio della mamma, dimenticando che è stata proprio lei a mettere sua figlia nelle mani del bobo nero. Il pedofilo lo mettiamo in galera? E la mamma della bimba, dove la mettiamo?
  • Veltroni (occhio Waltere, che se continui così il mio voto te lo sogni, nda) candida alle elezioni uno degli operai sopravvissuti al rogo della Thyssen. Questa è un’operazione di puro sciacallaggio, per cercare di catturare voti degli operai. Ma occuparsi dei salari dei suddetti operai e della sicurezza del loro lavoro, no?
  • A Napoli la spazzatura continua ad accumularsi in strada e nessuno riesce a mettere in atto l’unica soluzione possibile: riaprire le discariche e costruire termo-valorizzatori. Si, lo so che bruciare la spazzatura non è la soluzione, che poi le ceneri devono comunque essere smaltite, che bisogna migliorare la raccolta differenziata, ma nel frattempo cosa facciamo con i rifiuti? Ce li mangiamo? Perché il super poliziotto De Gennaro, bravissimo a Genova nel comandare pestaggi, irruzioni in scuole e maltrattamenti, ora non riesce nemmeno a far aprire il cancello di una discarica?

Attendo risposte.
Grazie.

Luca

La spazzatura italiana

Mi dispiace dirlo, ma credo che l’Unione Europea abbia ragione nel voler punire l’Italia per la gestione dei rifiuti in Campania.
Siamo un paese ridicolo, incapace persino di raccogliere e smaltire la spazzatura.
Tutti noi consumiamo molto, produciamo quantità enormi di rifiuti e poi non vogliamo le discariche.
Preferiamo accatastarle nelle strade e bruciarle direttamente lì.

Mi chiedo con quale faccia Bassolino riesca ancora ad occupare la sua poltrona.
Si dovrebbe vergognare, insieme a quanti non hanno fatto niente per togliere alla camorra la gestione dei rifiuti in Campania.

Qui non serve l’esercito, serve che chi di dovere vada a raccogliere la spazzatura e la porti nelle discariche.
Se alla gente sta bene, meglio così.
Se alla gente non sta bene, pazienza.
Viviamo in una società civile, in cui ognuno ha diritti e doveri.
Nessuno può avere il diritto di impedire la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti.
Le discariche non vanno bene dove sono?
Ok, cerchiamo soluzioni alternative, ma nel frattempo la spazzatura deve essere tolta dalle strade.

Un governo serio non può permettere questa situazione.
E alcune decine di manifestanti non possono sempre impedire che in Italia venga fatta qualsiasi cosa.

Luca