Mai che scrivessero una volta a me

Paolo Attivissimo ha pubblicato una mail di protesta che gli è arrivata in risposta ad una sua recensione della nuova versione del sistema operativo dei Mac.

Una roba eccezionale.

Ecco si immagini se la moglie o gli amici più intimi di jobs leggessero che il Mac funziona male cosa penserebbero ? La prenderebbero bene ? Io credo di no. E poi ci fosse almeno un senso ma invece no solo cazzate tipo che non c’è il lettore cd. Ma dico io A CHE DIAVOLO SERVE il lettore cd ? Che ci deve guardare, i pornografici ? Si faccia una buona masturbata come tutti invece di pensare che i prodotti di Jobs lavorino per lei. Fortunatamente la compagnia che tanto critica è una società seria e di certo non progetta i computatori per i pervertiti come lei che deflorerebbero una fanciulla se solo questa glielo chiedesse, distruggendo tutto ciò che c’è di bello e di puro.

Luca

Il senso dell’umorismo di Giulietto Chiesa

Il tenutario di questo blog solidarizza con Paolo Attivissimo che pare essere stato querelato da Giulietto Chiesa.

Non so se avete seguito l’evoluzione di Chiesa, ma negli ultimi anni ha sposato le peggiori teorie complottistiche, da quelle sull’undici settembre a quelle sulle scie chimiche.
In un suo post, Attivissimo lo aveva preso in giro in questo modo:

Poiché non me la sento di dare dell’imbecille a Giulietto Chiesa, mi trovo costretto a cercare un’altra giustificazione a questa produzione in serie di cazzate spettacolari. Ce l’ho, ed è lampante. Giulietto Chiesa è un agente del Nuovo Ordine Mondiale, infiltratosi tra i ricercatori delle verità alternative per screditarli tramite il ridicolo, scrivendo stupidaggini epiche che scimmiottano le teorie complottiste, e per rubare loro la scena. È mandato dalle banche mondiali e dal Gruppo Bilderberg per ammantare di ridicolo chi ha obiezioni legittime alla gestione della finanza del pianeta. Oppure è il più sottile satirista della storia dell’umanità.

Giulietto Chiesa non ha capito la battuta, tanto da aver reagito così:

È di tutta evidenza la volontà dell’autore di tale scritto di screditare e di sollevare ombre e sospetti sulla credibilità, sull’etica e sull’onestà del sottoscritto.

Tali infondate e lesive affermazioni arrecano un grave pregiudizio a chi come lo scrivente, ha sempre interpretato la propria professione in completa autonomia ed indipendenza dai poteri forti, pagando per questo un prezzo di isolamento rispetto agli orientamenti politico-sociali ed economici di volta in volta dominanti.

Devo dire altro?

C’è qualcuno, un amico o un famigliare, che possa spiegare a Chiesa che Attivissimo stava scherzando e che non esiste nessun Nuovo Ordine Modiale?

Luca

Ci pensa Attivissimo

Aveva giurato che non l’avrebbe fatto, ma alla fine Paolo Attivissimo ha fatto la sua indagine per chiarire come siano fantasiose le teorie che tentano di dimostrare che l’attentato a Berlusconi è una messinscena.

Sia chiaro che faccio quest’indagine con estrema riluttanza, perché so che comunque parlarne – anche per sbufalarla – regala dignità a una storiella che proprio non ne ha e che un giornalismo responsabile dovrebbe semplicemente ignorare invece di gonfiarla pur di vendere qualche copia o spot in più. O se proprio ne vuole parlare, dovrebbe fare lo sforzo di accompagnarla con una documentata e dettagliata smentita delle accuse. Invece no. Troppa fatica, vero?

Luca

Un film free sulla conquista della Luna

Il buon Paolo Attivissimo si sta rendendo promotore di una iniziativa fantastica per chi apprezza la condivisione della conoscenza.

Sto realizzando un documentario da distribuire gratuitamente, intitolato provvisoriamente Moonscape – Luna mai vista, che raccoglierà esclusivamente immagini fotografiche e filmate autentiche delle missioni lunari, spesso inedite o poco conosciute, in forma restaurata e riscandita partendo dagli originali alla massima qualità disponibile nei limiti del budget di spesa. Questo materiale è presente negli archivi online della NASA e (a pagamento) presso società specializzate in restauro e riacquisizione d’immagini, come Footagevault.com.

La trama è semplice: ricostruire, magari in tempo reale e sicuramente in alta definizione, le escursioni lunari degli astronauti durante le missioni Apollo e fornire così una visione della Luna, attraverso gli occhi di chi vi ha camminato, che per gran parte del pubblico è assolutamente inedita, sia a causa della scarsa qualità delle immagini televisive della TV dell’epoca e dei pessimi riversamenti successivi presentati finora da quasi tutte le emittenti televisive, sia per il semplice fatto che in molti paesi i filmati non sono mai stati trasmessi.

Le prime immagini estratte dai filmati restaurati forniscono dettagli molto belli.

Ovviamente il progetto ha un costo e potete facilmente contribuire, anche con pochi euro, facendo una donazione sul PayPal di Paolo (il banner nella colonna destra del blog di Paolo).

Luca