Gay si nasce o si diventa?

neonato-omosex

A me la campagna della Regione Toscana per combattere l’omofobia ha suscitato poche emozioni.
L’idea del bambino con scritto homosexual sul braccialettino non sprigiona in me ondate di sentimenti travolgenti.
Alcuni fedeli commentatori però mi interpellano, così vi dirò la mia.

Il messaggio della campagna a me sembra ghettizzante, come a dire che forse è bene segnalare chi è omosessuale da chi non lo è.
Non mi piacciono molto i segnali di riconoscimento, mi rimandano a periodi bui della storia.

Il mesaggio che la Regione Toscana voleva probabilmente diffondere è che omosessuali si nasce, non lo si diventa per un “capriccio”.
Io non so che dire.
Non so se omosessuali si nasca o si diventa.
E non capisco nemmeno che cosa cambierebbe saperlo.
So soltanto che gli omosessuali sono creature come me, degne di amore e di rispetto come tutte le altre.
Non so giudicare gli omosessuali, come non so giudicare gli eterosessuali.
Non è il mio compito.

Per la Chiesa una coppia omosessuale vive in uno stato di disordine, diciamo fuori dalla Grazia di Dio.
Vero. E’ lo stesso anche per coppie eterosessuali non sposate, per mariti che vanno a puttane e così via…
Ancora una volta non sta a me giudicare.

Siccome la tematica è scottante ed il fulcro della discussione non è sapere se sia giusta o meno la campagna contro l’omofobia, vi dico come la penso riguardo alcune battaglie storiche del movimento gay.
Sulla possibilità di adozione, beh sono contrario, per motivi che a me paiono ovvi, ma forse non lo sono per tutti.
Non sono invece contrario a forme giuridiche che garantiscano i diritti di una coppia gay.
Non il matrimonio, che è una cosa diversa.
Altre forme di tutela però credo che siano sacrosante.

In ogni caso sono contrario a qualsiasi forma di discriminazione.
L’omofobia è una forma di razzismo e come tale va combattuta.
Non dalla Regione Toscana, che forse farebbe bene a spendere meglio i nostri soldi.
Magari garantendo al bambino della foto un servizio sanitario migliore.
Contenti?

Luca