La differenza tra facciamo e fate

20120201-090506.jpg

Non voglio fare il solito italiano piagnone, ma la decisione del comune di Siena di tenere chiuse le scuole e contemporaneamente non pulire le strade mi pare un pessimo modo di affrontare una moderata emergenza meteorologica.

Quella sopra è la rampa del parcheggio della stazione che, mezz’ora di lavoro di uno dei tre operai che si aggiravano in zona l’avrebbe reso disponibile.

Noi facciamo i bravi cittadini, portiamo le catene e siamo prudenti, ma gli amministratori dovrebbero aiutarci senza nascondere la testa sotto la neve.

Non per fare sempre il renziano, ma degli errori si deve prendere atto ed usarli per migliorare. A Firenze scuole aperte e strade pulite. A Siena, arrangiatevi da soli.

Perché poi c’è la crisi del monte e dell’università, ma ci sarebbero anche cose più semplici da affrontare. Tipo spalare la neve.

Luca

Come si montano le catene da neve?

In attesa della neve, un breve video che ci insegna a montare le catene da neve


Ecco, per non trovarvi impreparati quando dovrete montare le catene da neve
Non è difficile.
Mettetevi da parte, non intralciate il traffico e vedrete che ce la potete fare pure voi.

Se poi non siete lontani da casa, ricordate che in un’ora si fanno tranquillamente 5 chilometri a piedi.
Non è detto che in auto si faccia prima.

Luca

Via | Il Reporter.it

La bellezza della meteorologia

L’italia si appresta a vivere una delle più importanti fasi fredde degli ultimi 20 anni

Fino a qualche giorno fa i meteorologi piangevano per un inverno già quasi morto in partenza.
Contro quasi tutte le previsioni, oggi forse assisteremo ad una delle fasi fredde più importanti degli ultimi 20 anni.

I redattori di Meteolive, che di solito sono molto prudenti, questa volta si sono sbilanciati:

Un evento del genere non si verificava almeno da dicembre del 96, ma potremmo scalare la classifica del gelo e delle nevicate storiche con il passare dei giorni. Sino a venerdì freddo concentrato soprattutto al nord e sul centro Europa, grandi nevicate sul centro Italia con molte città coinvolte, tra cui Firenze. Nel fine settimana freddo ovunque, con possibili rovesci di neve anche su Roma e Napoli. Valori termici eccezionalmente bassi attesi su tutta l’Europa centrale.

Il tutto dovrebbe iniziare nella serata di oggi, ma il bello dovrebbe avvenire venerdì:

FINE SETTIMANA: qui sta la spettacolarità di questo evento. La grande massa gelida affluita sul centro Europa troverà come valvola di sfogo la valle del Rodano. La circolazione sull’Italia rimarrà ciclonica e l’afflusso di quest’aria così gelida, pur riscaldata in parte dal passaggio sul mare ma anche umificata, darà vita ad una nuova fase molto instabile al centro-sud con rovesci di neve a quote anche prossime al litorale, specie tra bassa Toscana, Lazio, Campania, Sardegna.

Vedremo.
I meteorologi sono anche molto bravi a ritornare sui loro passi, ma per come si sono sbilanciati, sarebbe il più grosso flop previsionale degli ultimi venti anni.
Questo si.

Luca