The Summit

Esce in Ottobre The Summit, il film che ricostruisce le vicende di quello che viene ricordato come il disastro del K2.

La notte in cui morirono 11 alpinisti e che vide tra i sopravvissuti l’italiano Marco Confortola.

Della tragedia si è molto discusso in questi anni, soprattutto sul ruolo delle spedizioni commerciali e le polemiche hanno investito lo stesso Confortola.
No way down, pubblicato un paio di anni fa, mise molto in discussione la versione data da Marco che, da parte sua, criticò la nuova ricostruzione.

Il film sicuramente non racconterà quello che è davvero successo in quel giorno di agosto del 2008.
Come in ogni storia di montagna che si rispetti, chi conosce la verità non è più qui per raccontarla.
Della verità dei sopravvissuti, invece abbiamo imparato a diffidare.

Luca

La meraviglia del Nanga Parbat

Matteo Zanga documenta con le sue foto il tentativo di Simone Moro di scalare in invenro il Nanga Parbat

nanga parbat

Simone Moro, uno dei più forti alpinisti italiani, si sta preparando a scalare il Nanga Parbat.
Sarebbe la prima scalata invernale di una delle montagne più alte ed insidiose della terra.

Ieri l’ottimo Matteo Zanga, fotografo della missione, ha scattato questa foto alla parete Diamir del Nanga Parbat.

Simone Moro racconta la sua avventura in un blog della Gazzetta.
Anche Matteo Zanga ha un blog nel quale racconta il suo lavoro di fotografo a seguito di una spedizione alpinistica.

Guardando le loro foto e leggendo i loro racconti riusciamo quasi a capire come sia possibile aver voglia di tentare imprese tanto impossibili.

Luca

Walter Bonatti

walter bonatti

La scomparsa di Walter Bonatti è un avvenimento triste.
Per quanto possa essere triste la scomparsa di un signore ultraottantenne.

Bonatti, se non lo sapeste, è stato uno dei più grandi alpinisti della storia. Non uno di quelli alla ricerca dei record, ma un esploratore vero.
Walter Bonatti è stato anche un grande giornalista e scrittore.

Ed era una bellissima persona.

Se avete figli adolescenti, regalategli uno dei suoi libri.
Una specie di Salgari che però ha vissuto le avventure davvero, in prima persona.

Walter Bonatti era un italiano di cui dobbiamo andar fieri.
E non è poca cosa.

Luca