È complicato, si, signor ministro

Brokeback Mountain

L’intervento del Ministro Romano ad uno sciagurato convegno dei Responsabili, o di chi per loro, ha fatto discutere ed ha fatto gridare allo scandalo.
Si parla dell’introduzione del matrimonio civile tra persone dello stesso sesso nello Stato di New York.

… la famiglia naturale! … la famiglia fatta con un uomo e una donna che si sposano per avere figli, non quelle famiglie che abbiamo visto sposato ieri a Madattan in quelle scene che realmente fanno rabbrividire … io avevo la mia bambina accanto e ho dovuto cambiare il canale della televisione … è logico che sia così, la bambina a 6 anni mi chiederà ma perché quei due uomini si baciano, perché si sposano, ed è complicato poterglielo spiegare … quando ancora le nostre televisioni danno anche questi messaggi negativi.

A me, più che scandalizzare, fa tenerezza.
La sua incapacità di spiegare a sua figlia come mai due persone dello stesso sesso si amino spiega tutto.

La vita, non solo quella degli omosessuali, come dice Romano, è complicata.
Cambiare canale non ci aiuterà a comprenderla.

Luca

Via | Non leggere questo Blog!


Ma di quale famiglia state parlando?

Quando gli imperi iniziano a finire succede che i regnanti tirano fuori il peggio.
E così, con il consueto tentativo di ingraziarsi le gerarchie vaticane, ieri Sacconi e Giovanardi (tra i peggiori ministri della storia repubblicana) hanno fatto dichiarazioni sconclusionate sul sostegno, che comunque il governo non darà, a favore delle coppie, si, ma solo quelle sposate, anzi solo a quelle sposate e con figli, o forse no, quelle con figli anche se non sposate.

Se non ci fosse da piangere, ci sarebbe da ridere.

Questi non sanno di cosa parlano.
E non vedono che la famiglia, quella di cui parlano, non la trovano più nemmeno a casa loro quando la sera si chiudono dietro le spalle la porta.

Luca

Non ci si poteva credere

Sarah Scazzi

Stasera, in modo inconsapevole, ho assistito per cinque minuti al momento più basso mai toccato dalla televisione italiana.
La morte di una ragazza comunicata in diretta alla madre.

Io e mia moglie che ci chiedevamo se quella signora impietrita fosse stata la madre.
No, non è possibile, non glielo avrebbero mica detto così.
Figurati poi se lei se ne sarebbe restata lì.
Deve essere una parente.

Invece era proprio lei, la madre, la signora impietrita al centro della scena.
Perché trovare altre soluzioni, quando c’è la Sciarelli che può comunicare la notizia alla famiglia?

La mamma di Sara, Concetta Serrano, ha appreso delle ricerche del corpo della figlia mentre era in collegamento in diretta con il programma di Rai 3 “Chi l’ha visto”. Quando le voci si sono fatte insistenti la conduttrice, Federica Sciarelli, ha chiesto alla donna se non preferisse allontanarsi dalla casa. Concetta ha risposto: «È meglio», e accompagnata da uno dei suoi avvocati ha lasciato l’abitazione.

La TV è riuscita in una impresa difficile: riuscire ad essere peggiore della realtà che vorrebbe descrivere, quella della bella italia rurale di una volta, quella con i saldi valori famigliari, in cui gli zii si trombano le nipotine, le strangolano e tutta la famiglia se ne sta zitta.
In diretta, in prima serata, su RAI Tre.

Luca

Ah, dimenticavo

flickr
Titolo: Smack the Boston Terrier! | Fotografia realizzata da All-Mighty Clothing

Stasera, appena uscito dall’ufficio, me ne vado con la mogliettina a prelevare il nuovo membro della famiglia.
E’ un Boston Terrier di tre mesi e si chiama Giorgia.
La razza è poco conosciuta in Italia, ma è molto diffusa in Nord America.
Sembra che siano cani fantastici per stare in appartamento e per convivere con bambini rumorosi.

C’è soltanto una cosa che mi lascia perplesso.
L’altra sera, al telefono, l’allevatrice mi ha detto queste parole:

Si ricordi, ci sono tre Regole Importanti da seguire con il Boston Terrier. La Prima: i Boston Terrier sono sensibili alla luce forte, in particolar modo quella del Sole, lo ucciderebbe. La Seconda: si ricordi che non dovrà mai bagnarlo con dell’acqua, quindi non gli dia mai acqua da bere né tanto meno fargli il bagno. Ma la Terza Regola – la più importante di tutte: lei non dovrà mai, mai, mai dargli da mangiare dopo la mezzanotte.

Non so, ma guardando la foto di un Boston Terrier, mi sembra che la frase dell’allevatrice mi ricordi qualcosa.

Luca

Sulla famiglia

Leggi le notizie di cronaca, che magari riguardano la tua città e non puoi fare a meno di riflettere su quanto le famiglie riescano spesso a nascondere drammi veri.

Nessun commento sul fatto di cronaca in particolare, ma vedrete che tutti diranno che lui era un bravo ragazzo e la famiglia era una famiglia tranquillissima. Questo perché l’importante è sembrare “bravi” e “buoni” per chi sta fuori della porta di casa, quello che poi c’è dietro non frega a nessuno. Almeno fino a che non succede la tragedia.

La verità è che la famiglia è un gran casino e che volersi bene è complicato.
E i drammi personali a volte sono sottovalutati, anche dalle persone che ci sono più vicine.

Ripeto, nessun riferimento al fatto di cronaca, è soltanto una riflessione generale, smossa da questa notizia.

Luca