Questa estate vanno molto i mostri selvaggi

Di solito in ferie ci si rimette in pari con le cose da fare, si smaltisce la pila di libri da leggere, si leggono giornali e riviste.
Ecco, io non ho letto quasi niente, praticamente nessun quotidiano, mi sono disinteressato delle cretinate dette dal leader cretino della Lega ed ho ignorato o quasi la rete.

Ho letto soltanto il numerone estivo di Internazionale.
Ed ho letto, credo un cinquantina di volte ed a voce alta questo, che in casa mia è decisamente il successo dell’estate.

NelPaeseDeiMostriSelvaggi

A fine Ottobre uscirà l’adattamento cinematografico (con sceneggiatura di Dave Eggers, non so se mi spiego), ma temo che sia un po’ troppo audace per i miei figlioletti.

Luca

Se i risultati sono questi

Tutti siamo d’accordo nel fatto che il Presidente (dovremmo forse dire padrone) del Sudan sia un criminale.
La sentenza della corte dell’Aja quindi è impeccabile.

Dobbiamo però pensare che ci sia stato un po’ di pressapochismo da parte di chi ha deciso di effettuare un mandato di arresto per Al Bashir se è vero che per ritorsione oggi sono state espulse dal Darfur tutte le organizzazioni umanitarie, che in questi anni sono riuscite a rendere meno indecente la vita dei rifugiati.

“Milioni di vite sono a rischio e non c’è tempo, nel modo più assoluto, per i giochi politici” – ha dichiarato Tawanda Hondora, vicedirettore del programma Africa di Amnesty International. “Queste organizzazioni forniscono la maggior parte degli aiuti umanitari a oltre due milioni di persone che si trovano in stato di vulnerabilità. Con la loro espulsione, il governo sudanese ha preso di fatto l’intera popolazione del Darfur in ostaggio. Quest’azione aggressiva dev’essere condannata nel modo più netto possibile dall’Unione africana, dalla Lega degli stati arabi e dall’intera comunità internazionale”.

Se volete approfondire la vostra conoscenza sulle condizioni dei rifugiati sudanesi, vi consiglio ancora una volta di leggere “Erano solo ragazzi in cammino” di Dave Eggers.
Ve ne parlai un annetto fa.

L’inferno in terra.
Questo è il Darfur.
Ed Al Bashir ne è il suo imperatore.

Luca

Erano solo ragazzi in cammino

Cheng&Eggers

La mia recente infatuazione per Dave Eggers, mi ha portato a leggere “Erano solo ragazzi in cammino”, il libro in cui lo scrittore americano narra la storia di Valentino Achak Deng, un “bambino sperduto” del Sudan.

Immagine di Erano solo ragazzi in cammino

Valentino subisce la tragedia della guerra civile, abbandona la famiglia, fugge attraverso il Sudan, l’Etiopia e raggiunge un campo profughi in Kenya.

La storia sua e di tanti altri bambini sudanesi è talmente tragica da sembrare irreale.
Ho dovuto spesso sospendere la lettura del libro, per la sua crudezza e tragicità.

Credo però che sia una lettura importante, anche perché Valentino alla fine è riuscito a venirne fuori e a creare, proprio con l’aiuto di Eggers, una fondazione che sostiene l’educazione dei bambini sudanesi grazie ai proventi della vendita del libro.

Il libro, che per stessa ammissione di Eggers, riproduce la storia di Valentino Deng in una forma rivista e romanzata, è scritto con uno stile sobrio, ma assolutamente appassionante ed originale.

Se leggerete “Erano solo ragazzi in cammino”, improvvisamente, come per magia, tutti i vostri problemi e le vostre arrabbiature quotidiane, vi sembreranno irrimediabilmente ridimensionate.

Luca

Photo Credit: Michael Robinson Chavez – The Washington Post Photo

L’opera struggente di un formidabile genio

L'opera struggente di un formidabile genio

Capita di comprare un libro per caso, solo perché ci piace il titolo o la copertina o magari perché leggiamo la quarta di copertina e riamaniamo incuriositi.
E’ così che ho comprato L’opera struggente di un formidabile genio di Dave Eggers.
E ne sono rimasto folgorato.
Fate finta di comprare un libro e di scoprire, via via che lo leggete, che ha poco da invidiare a Il Giovane Holden.

La scrittura di Eggers ricorda molto quella di Salinger ed in lui si ritrova l’idea che i bambini aiutino gli adulti a redimersi dalle loro difficoltà.
Ho anche scoperto che Eggers è una specie di mito ed è considerato da alcuni come uno dei più grandi scrittori viventi.

Eggers ha fondato la rivista letteraria McSweeney’s ed una scuola di scrittura no-profit per bambini, denominata 826 Valencia.

L’opera struggente di un formidabile genio è un romanzo autobiografico del quale non vi dirò altro.
Vi consiglio di leggerlo, questo si.

Luca

Senza notizie

Il nuovo lavoro, gli spostamenti, il poco tempo libero a disposizione stanno limitando il mio impegno su questo blog.
Diciamo che un po’ tutto il mio rapporto con le news è in crisi.
Riesco a malapena a star dietro alle discussioni più interessanti.
Il mio aggregatore ha ormai superato i mille articoli non letti.
C’è un forte rischio di azzeramento.
Farò finta di aver letto tutto e ricomincerò da capo.

La cosa strana è anche che, nonostante trascorra tre ore al giorno in pullman, difficilmente compro un quotidiano.
Un po’ perché non c’è un quotidiano che mi piaccia, un po’ perché non mi piacciono gli argomenti di cui parlano i quotidiani.
Non prendo nemmeno i due o tre Free Press che mi vengono proposti più volte durante la giornata.
Sono in attesa che qualcuno fondi un quotidiano che risponda alle mie esigenze.
Non più di due fogli, quattro facciate.
Un po’ come Il Foglio, ma un po’ meno come Il Foglio.

Nel frattempo leggo Internazionale e libri.
Ora sto leggendo Dave Eggers.
Ve ne dovrò parlare.
E’ clamoroso.

Luca