C’è chi scrive cose di cui nessuno parla

Nessuno ne parla (almeno fino al prossimo indulto), ma la situazione delle nostre carceri è vergognosa.
Un giornale ha fatto una piccola inchiesta sulla situazione carceraria italiana.
Non è Il Manifesto e nemmeno L’Unità.
Repubblica non la prendiamo nemmeno in considerazione che sono troppo presi dalle puttane governative.

L’inchiesta l’ha fatta L’Avvenire (in tre puntate: 1, 2 e 3).

Luca

Via | Francesco Costa

Devo dire altro?

Riporto integralmente il post di Francesco Costa:

La capienza delle carceri italiane è calcolata in 43.167 detenuti. La capienza “tollerabile” – cioè quella oltre la quale non c’è più spazio nemmeno per terra, quella oltre la quale è impossibile stipare altra gente – è calcolata in 63.623 persone. Il numero di persone detenute oggi nelle carceri italiane è quello nel titolo del post (63.460). Tanto per parlare di certezza della pena.

Di queste 63.460 persone, 31.306 sono imputate in attesa di processo. Delle 30.186 condannate, a 19.604 rimangono meno di tre anni da scontare. I condannati per reati gravi, che scontano una pena da dieci anni fino all’ergastolo, sono 3.186. L’assurdità abominevole del sistema carcerario italiano è tutta qui.

Luca