Siamo noi i fighi, se soltanto gli altri lo capissero

Niente entusiasma la blogosfera italiana più delle discussioni sulla blogosfera italiana.
E’ anche normale che sia così.

Galatea ha scritto il post perfetto che descrive lo stato d’animo delle tante persone che hanno un blog e che sperano di farsi notare grazie a questo.

I blog invecchiano, i post si accumulano gli uni sugli altri, diventano rubriche fisse, archivi. I lettori spiccioli, persino, salgono come la marea. Nel web sei qualcuno. È tutto un linkarti, tumblerarti, condividerti, chiederti amicizie ed affiliazioni: dilaghi su ogni piattaforma, il contatore scricchiola per il peso dei contatti giornalieri, le classifiche ti proclamano letto, straletto, lettissimo: sul web ti fa un baffo Dan Brown. Ma il resto del mondo, ecco, quello non si accorge di te. Il mondo del web non è virtuale, è parallelo: solo che ti cominci a chiedere se, in Italia, la porta di accesso fra i due universi esista.

Io, che con il blog ci ho trovato lavoro (che non c’entra niente con i blog) confermo la sintesi di Galatea.

Ci sono persone che leggi quotidianamente sui loro blog e che pensi che dovrebbero scrivere per un grande quotidiano, partecipare a dibattiti televisivi, fare i sottosegretari o i ministri.
Insomma, dovrebbero essere trattati meglio dal mondo.
E non lo sono.

Gianluca Neri, che è uno dei pochi ad aver fatto soldi al momento giusto con internet, e che ne sa più di tutti ne sta preparando un’altra delle sue.
Questa volta insieme a Telecom Italia e supportati da Hagakure.
Si chiamerà Blognation, e sarà un altro aggregatore di blog.
Solo che in questo caso non ci saranno delle persone a selezionare i post, ma sarà tutto robotizzato.
Marco Massarotto di Hagakure ha spiegato qualcosa su sul blog ed un po’ di più su FriendFeed.

Vedremo che cosa verrà fuori.
Se BlogNation funzionasse a dovere potrebbe essere un canale per far uscire dalla cantina le tante persone di valore che scrivono sui blog e che nessuno nel mondo reale conosce.

Luca

Dada sempre sulla cresta dell'onda

Dada, azienda fiorentina che si dedica al mondo dell’entertainment, ha stipulato un accordo con Sony BMG per l’utilizzo del suo catalogo musicale.
Verrà creata una società al 50% tra Dada e Sony che si chiamerà Dada Entertainment.

Dada, azienda fiorentina che si dedica al mondo dell’entertainment, ha stipulato un accordo con Sony BMG per l’utilizzo del suo catalogo musicale.
Verrà creata una società al 50% tra Dada e Sony che si chiamerà Dada Entertainment, che si occuperà di:

[…]offrire un portafoglio innovativo di servizi di qualità per l’intrattenimento sia su Internet sia su telefonia mobile. A disposizione dei clienti ci sarà una ricca selezione di contenuti musicali, fra cui suonerie, immagini, video suonerie, giochi per il telefonino, sfondi, oltre che audio e video in formato integrale.

Il neonato Blognation Italy mette in risalto la notizia.

Dada è una partecipata del gruppo RCS.
La notizia è infatti apparsa anche su Corriere.it.

Dada ha in passato acquisito la piattaforma di blogging Splinder ed il network Blogo.it.

Luca