E di nuovo cambio casa, di nuovo cambiano le cose

Oggi, dopo 7 anni, finisce la mia esperienza in Dada.
Esattamente 7 anni fa mi chiudevo dietro le spalle un’altra porta.

Sono stati anni belli, a volte duri, a volte faticosi, spesso divertenti.
Ho conosciuto un sacco di belle persone che porterò nel cuore.

Da domani si riparte, in un un’altra città, con nuovi colleghi, nuovi ruoli e con un po d’ansia.

Dicono che cambiare faccia bene.
E sarà sicuramente così.

Luca

Corri come una ragazza

Procter & Gamble ha promosso un video virale che fa riflettere molto sul modo in cui gli uomini vedono le donne e soprattutto su come le donne vedono se stesse prima e dopo la pubertà.

Procter & Gamble ha promosso un video virale che fa riflettere molto sul modo in cui gli uomini vedono le donne e soprattutto su come le donne vedono se stesse prima e dopo la pubertà.

Mentre le bambine non vedono nessuna connotazione negativa nel fare una cosa “come una ragazza”, le donne adulte tendono a mettere in ridicolo le azioni fatte dalle ragazze.
Come a dire che la pubertà diventa una specie di spartiacque per l’autostima delle donne.

Del resto, nella mia esperienza, alcune tra le persone più tenacemente maschiliste che io conosca, sono donne.

È un video che dovremmo far vedere alle nostre figlie ed alle nostre nipoti.

Luca

L’aggressività non è un momento

Roberta Lippi scrive una cosa molto bella sull’aggressività e sul saperla riconoscere.
È il punto di vista di una donna ed è un punto di vista molto femminile, ma lo condivido molto.

Quanto spesso avete sentito dire a una donna “sei nervosa?”, una marea. È per via di quella cosa delle mestruazioni, sapete, dà un alibi un po’ a tutti, donne e uomini, belli e brutti.

Ma di donne aggressive voi ne conoscete? Io ne ho conosciuta qualcuna, non moltissime a dire il vero. E quelle possedevano un’aggressività più sotterranea di quella maschile, una volontà di distruggere dominando psicologicamente che pochissime si potevano permettere. Spesso a quell’abilità inutile faceva seguito un importante disturbo della personalità. Quelle donne io le ho lette, ma il loro atteggiamento non mi ha mai ferito.

Lo guardavo dall’esterno senza prendermene cura.
L’aggressività vera, quella che tocchi con mano, invece, è qualcosa di maschile.
Ed è qualcosa che mi ha sempre congelato.
Perché l’aggressività non è un momento, non è un “ho sbagliato”, non è un moto di nervosismo. L’aggressività è una nota conficcata profondamente dentro l’anima, una rabbia repressa, una violenza insopportabile.
Non riesco a far entrare nel mio cuore le persone aggressive e questo perché l’aggressività non ha giustificazioni.

continua…

Luca