Prenotare libri scolastici della tua classe

Arrivati in Agosto, iniziamo a pensare che sarebbe forse il caso di pensare ai libri scolastici per i nostri figli.
Si avvicinano le ferie e non ha senso aspettare Settembre per fare la fila in libreria e rischiare probabilmente di non riuscire ad avere tutti i libri per l’inizio della scuola.

Il servizio non è molto conosciuto, ma su Amazon è presente una sezione nella quale è possibile selezionare la città, la scuola e la classe che vi interessa, vedere quali sono i libri adottati e acquistarli subito con il 15% di sconto.

Per accedere al servizio e prenotare libri scolastici dovete cliccare su questo link e nella pagina di Amazon seguire il link “Libri Scolastici al -15%”.

Io sono già alcuni anni che utilizzo questo servizio e ve lo consiglio vivamente.

Luca

Tutta la luce che non vediamo

Ho scoperto che un libro che ho letto recentemente ha vinto oggi il Premio Pulitzer.

È Tutta la luce che non vediamo di Anthony Doerr, pubblicato in Italia da Rizzoli.

Uno dei romanzi più belli tra quelli che ho letto recentemente.
Storie di uomini, donne e bambini che si incrociano sotto le bombe della Seconda Guerra Mondiale.

Ve lo consiglio.

Lei si sdraia. Lui si accende un’altra sigaretta. Gliene restano sei. I pipistrelli si fiondano in picchiata dentro nugoli di moscerini, e gli insetti si disperdono e poi tornano in formazione. Siamo topi, pensa lui, e il cielo brulica di falchi.

Ma Dio è solo un occhio bianco e freddo, una falce di luna adagiata sul fumo, che ammicca e non fa che ammiccare mentre la città viene gradualmente ridotta in polvere.

Luca

Un libro ed un film per finire l’anno: Molto forte, incredibilmente vicino

Molto forte, incredibilmente vicino. Un libro ed un film che vi consiglio

Non farò liste delle cose più belle, più brutte, più buffe o che altro del mio 2014.

Vi consiglio però un libro, che magari ve lo avranno già consigliato in molti altri.

È Molto forte, incredibilmente vicino di Jonathan Safran Foer.

Un bambino perde il padre in una delle torri gemelle e la sua storia si intreccia con quella dei suoi nonni segnati dalla tragedia della seconda guerra mondiale.
Le due generazioni marcate dagli orrori dell’uomo e che provano insieme a trovare una via d’uscita.
“Non smettere mai di cercare”. Questa la frase che il padre aveva sottolineato in un ritaglio di giornale e che diventa la cura per il dolore del figlio.

Una citazione? Questa:

Quella sera, a letto, ho inventato uno scarico speciale da mettere sotto tutti i cuscini di New York, collegato al laghetto del Central Park. Ogni volta che qualcuno si addormentava piangendo, tutte le lacrime sarebbero finite nello stesso posto e poi al mattino al bollettino meteo avrebbero detto se il livello delle acque del Laghetto delle Lacrime era salito o sceso, così la gente poteva sapere se le scarpe di New York erano pesanti. E quando succedeva qualcosa di veramente terribile – tipo una bomba atomica, o almeno un attacco con armi biologiche – avrebbero suonato una sirena fortissima per dire a tutti di andare nel Central Park e mettere dei sacchi di sabbia attorno al laghetto.

Nel 2012 dal libro è stato tratto un film, che è molto parziale, perché esclude completamente la storia dei nonni, ma che è comunque un buon film.

Luca

Liberi tutti!

Voglio dire, non è che capiti spesso di recensire il libro di tua sorella.

Insomma, mia sorella ha scritto un libro per bambini, che è un po’ un romanzo di formazione e un po’ un omaggio a Salinger e Calvino.
Sembra un libro scritto da un ragazzo, che credo sia il complimento migliore per un autore che scrive libri per ragazzi.
Si parla sufficientemente male dei grandi perché i piccoli ne possano gioire.

liberi_tutti_copertina

A noi, in casa, è piaciuto molto.
E’ diventato un ottimo appiglio per convincere la prole ad andare a letto ad un’ora decente.
“Dai, che se vi sbrigate leggiamo due capitoli del libro di zia!”

Per quello che vale (sono pur sempre il fratello dell’autrice), ve lo consiglio molto.
Lo ha pubblicato Einaudi Ragazzi e lo trovate nelle librerie più fornite, o molto più semplicemente nelle librerie online:
AmazonIBSInMondadorilaFeltrinelli

Trovate qualche estratto del libro ed alcune illustrazioni nella Fan Page.

Luca

Boy A. Storia di un ragazzo sbagliato

Se essere buono è una negazione del male allora quelli che giudichiamo cattivi non sono peggiori di noi, solo più deboli. E se la bontà non è solo un concetto vuoto, sicuramente vuol dire che il forte deve aiutare il debole.

Ho letto Boy A, di Jonathan Trigell.

Non è un romanzo che possa lasciarti indifferente e ve lo consiglio decisamente.

Luca