Jetpack per WordPress – Come migliorare la velocità

Sappiamo tutti come il plugin Jetpack per WordPress sia molto utile e ricco di feature, ma allo stesso tempo molto pesante.
Le performance di un sito in termini di velocità di caricamento possono essere molto influenzate dalla presenza di Jetpack.
Come possiamo utilizzare Jetpack al meglio, diminuendo la lentezza del sito ed attivando solo i moduli del plugin che ci interessano?

Il pannello di Jetpack è molto semplice da utilizzare, ma non è sempre facile capire esattamente quali moduli siano attivi e quali no.
C’è però una sezione dalla quale è possibile raggiungere facilmente l’elenco dei moduli e decidere quali attivare o meno.

Per raggiungere questa pagina, andate nella sezione “Settings” del plugin (/wp-admin/admin.php?page=jetpack#/settings)

Scrollate fino in fondo alla pagina e cliccate sul link “Debug” (/wp-admin/admin.php?page=jetpack-debugger)

jetpack debug

A questo punto, cliccate sulla voce in basso “Access the full list of Jetpack modules available on your site”.

jetpack modules

Verrete indirizzati in una pagina (/wp-admin/admin.php?page=jetpack_modules) in cui vedrete la lista dei moduli di Jetpack attivi e potrete facilmente decidere quali lasciare e quali disattivare.

jetpack modules list

In questo modo potrete lasciare attivi alcuni moduli che ritenete importanti ed invece disattivare quelli inutili o che impattano troppo sulla velocità del vostro sito.
Cliccando sulla voce di ognuno dei moduli verrete indirizzati sulla documentazione in cui potrete andare a capire esattamente le funzioni.

Luca

10 anni

Ridendo e scherzando, questo blog ha compiuto 10 anni.
Quando iniziai dovevo spiegare alle persone cosa fosse un blog.

Nel frattempo i blog sono diventati di moda.
Poi sono passati di moda.
Quindi sono ritornati di moda.

Io all’inizio l’ho presa come una terapia, per aiutare il mio IO a comunicare con l’esterno.
Poi ci ho preso gusto, ed eccoci qua.

Ho scritto 3317 post (questo è il 3318°) e le persone hanno inserito commenti per quasi 10.000 volte.
Mi sono divertito, ho imparato parecchie cose e una volta ci ho quasi trovato lavoro grazie al blog.
Roba da non credere.

Intanto, grazie a chi mi ha letto in questi anni.
Il mio IO mi ha chiesto di ringraziarvi.

Luca

Il title dei post sul Twenty Twelve con il plugin All in One SEO

Il nuovo tema di default di WordPress Twenty Twelve ha un piccolo conflitto con il plugin All in One SEO. Il TITLE della pagina viene compilato male e appare come “titolo_del_posttitolo_del_blog | titolo_del_blog”. C’è un modo per risolvere il problema.

Il nuovo tema di default di WordPress Twenty Twelve ha un piccolo conflitto con il celeberrimo plugin All in One SEO.

Il TITLE della pagina viene compilato male e appare come “titolo_del_posttitolo_del_blog | titolo_del_blog”. Ad esempio “PostIl blog di lucacicca | Il blog di lucacicca”.
Il nuovo tema di WordPress infatti include da solo nel tag TITLE sia il titolo del post che il titolo del blog.
Poiché il TITLE ha un’influenza importante sulla SEO, questo bug è fastidioso.

Lo stesso autore del plugin All in One SEO ha ammesso il problema garantendo che il bug verrà risolto nella prossima major release.

Nel frattempo, per evitare problemi, è sufficiente disabilitare l’opzione “Rewrite Titles” nella configurazione del plugin, opzione diventata ridondante quando si utilizza il tema Twenty Twelve.

Luca

Facciamo un po’ di pulizia in questi socialcosi

Allora, è giunto il momento di sistemare un po’ le attività di questo blog nei socialcosi.

Quindi, su Facebook non verranno più pubblicati i post del blog, ma ho aperto una pagina ad esso dedicato; così, se mi volete seguire, mettete mi piace su quella pagina. Se mi siete amici ma, come dire, vi ho stufato con i miei post, allora restate amici miei e basta. Così come potete seguire la pagina del blog su Facebook pur non essendo amici miei.

In realtà i nuovi post vengono segnalati su Twitter e poi rimbalzano su Facebook, quindi li troverete comunque segnalati sul mio profilo, ma in modo meno invasivo.

Su FriendFeed, luogo che abbiamo tanto amato e che non riusciamo ad abbandonare, il mio profilo è ormai poco più di una replica delle cose condivise su Facebook e su Twitter. Finché vivrà, continueremo a pasturarlo.

I bottoni dei miei profili sui socialcosi li trovate qua sulla destra in alto.

Ecco, così per fare un po’ di pulizia.

Ora però mettetelo mi piace alla pagina ufficiale del blog.

Luca