Spinoza, Ezio Bosso ed il dover far sempre ridere

Se c’è una cosa che mi ha stancato dei socialcosi, e mi ha stancato da molto tempo, è la pretesa di trasformarci tutti in comici e di voler rendere spiritoso qualsiasi avvenimento.
È satira, si sa, e la satira tutto può.
Non importa se nessuno ride alle nostre battute, o se le cose su cui scherziamo andrebbero trattate con un po’ più di attenzione.

Ieri, Spinoza, la comune di spiritosi per antonomasia, ha fatto una battuta sui capelli di Ezio Bosso, direttore di orchestra e compositore, che si è esibito a Sanremo.
Bosso è malato di SLA, e gli spiritosi si scatenano quando possono dimostrare di essere politicamente scorretti.
Ezio Bosso, che evidentemente è spiritoso davvero, ha risposto in modo brillante.

Sono convinto che riuscire a far ridere sulle disabilità sia un’arte che in pochi possono permettersi di padroneggiare.
Magari Bosso ha riso della lor battuta.
O forse avrebbe sperato che si notasse la sua arte, piuttosto che la sua pettinatura.
O magari sono io ad essere stanco di battute e va bene così.

Luca

Via | Il Post
Immagine | eziobosso.com

One thought on “Spinoza, Ezio Bosso ed il dover far sempre ridere”

Comments are closed.