C’è una mancanza di umanità rispetto alla Siria

Medici Senza Frontiere ha meritevolmente pubblicato un sito nel quale racconta la vita dei suoi volontari in Siria.
L’ha fatto per chiarire cosa significhino quei numeri che sentiamo recitare durante i TG.

“C’è una mancanza di umanità rispetto alla Siria, perché quando parliamo di Siria parliamo di cifre,” dichiara la Dottoressa Joanne Liu, Presidente Internazionale di MSF. “Diciamo sempre: in Siria, 1 persona su 3 è sfollata. Oppure che ci sono 2,8 milioni di rifugiati siriani. Ma per una persona normale, cosa significa questo? Nessuno capisce che quotidianamente vuol dire che i bambini non possono andare a scuola, a meno che i genitori non vogliano esporli al rischio di essere colpiti da una bomba. I bambini nei campi profughi non hanno rifugi consoni dove passare l’inverno. Le donne non possono partorire in un ambiente sicuro, e i bambini soffrono di malattie prevenibili.”

Luca

Foto | Ton Koene per MSF