Tutto può cambiare

tutto può cambiare

Ho letto Tutto può cambiare di Jonathan Tropper e mi è molto piaciuto.

L’incipit:

La notte prima che tutto cambi, un terremoto mi sveglia di colpo e io, d’istinto, allungo una mano verso Tamara, ma chiaramente non è Tamara, è Hope.

Una citazione:

Ecco cosa succede. Un giorno pisci sangue e questo ti induce a pensare che forse la tua vita non sta prendendo forma nel modo desiderato e che, a trentadue anni, se hai intenzione di operare dei cambiamenti ti conviene sbrigarti. Così fai un tentativo, ed è come cercare di fare una curva a gomito con una barca lanciata ad alta velocità, e il tutto semplicemente si ribalta; tu sei immerso nelle gelide acque agitate e galleggi alla bell’e meglio nella tua stessa scia infranta. Per quanto rivolga a destra e a manca il tuo sguardo disperato, non c’è assolutamente nessuna lingua di terra in vista, il che è davvero strano, perché non pensavi affatto di esserti spinto così al largo.

Luca