Decadenza

berlusconi

Credo che ci sia poco da gioire per la decadenza di Berlusconi.
Siamo ormai arrivati oltre il tempo massimo, non riuscendo nemmeno a batterlo alle ultime elezioni.

Mi ha molto colpito che abbia deciso di non parlare al Senato un’ultima volta, ma abbia scelto il comizietto di piazza.
L’ennesima dimostrazione di come, l’uomo che ci ha inchiodato per 20 anni, poco consideri le istituzioni di cui egli è stato alto rappresentante.

Per il resto, ripeto, c’è poco da gioire.
I danni ormai sono permanenti.
E gli effetti collaterali occupano una buona parte delle poltrone in parlamento.

Luca

Foto | SkyTg24

5 thoughts on “Decadenza”

  1. Stavo pensando a cosa sarebbe successo se la decadenza veniva respinta. Santanché, Brunetta, Bondi e soci a declamare la vittoria nei salotti e ovunque sia possibile. E noi, mondo civile, sempre con la testa sotto la sabbia.

    Eh, non ci sarà da gioire, ma manco da piangere.

  2. condivido la posizione di sofri. per fortuna ha promesso di non abbandonare la politica, almeno tutti i suoi pupi continueranno a fare quel che dice lui: drammatico, ma non sempre distruttivo.
    a me ha fatto impressione come ha strutturato il suo comizio, con le immagini del glorioso passato… come se volesse accettare la decisione del senato, come se stesse per prendere l’aereo per antigua, invece che per arcore

Comments are closed.