Scoprire che il lupo è cattivo

Berlusconi che toglie l’appoggio al governo Letta era il finale già scritto di questo governo.
Come in quelle commedie che dopo cinque minuti già capisci che lui e lei si innamoreranno, che poi litigheranno perché lei scopre che lui le aveva mentito, ma poi lei lo perdona e nella scena finale lo bacia con il pancione mentre lui esce per andare in ufficio.
Il governo Letta è nato che già sapevamo più o meno come sarebbe finito.

E questa responsabilità è tutta di Letta e del PD.
Non puoi portarti un lupo in casa e poi stupirti se prima o poi il lupo si dimostra per quel che è e ti sbudella il gatto.
Si è deciso di fare un governo insieme a Berlusconi sapendo che l’esistenza in vita della maggioranza sarebbe dipesa dalle vicende giudiziarie dell’uomo di Arcore.
E sapevamo che il cavaliere avrebbe provato a far ricadere sul PD la responsabilità politica dell’aumento dell’IVA e dell’aumento di altre tasse che serviranno a tappare la falla lasciata aperta dallo slittamento della rata dell’IMU (che prima o poi pagheremo).

E quindi, ora cosa ci aspetta?

Niente, le solite cose.
Se le cose andassero come devono andare, Napolitano scioglierebbe il parlamento e si dimetterebbe (perché così aveva promesso al suo insediamento).

Nel frattempo il PD non ce la farebbe a scegliere un nuovo segretario prima delle elezioni e probabilmente riproporrebbe Enrico Letta, per i demeriti guadagnati sul campo.

E invece, magari Berlusconi in questi tre giorni ci ripensa, e andremo ancora avanti così, come in quelle commedie che non hanno un finale, ma preannunciano semplicemente il secondo episodio della serie.
E questo secondo episodio, in pochi hanno voglia di andarselo a vedere.
Perché è veramente tutto troppo insulso persino per un pubblico, ehm, un elettorato di bocca anche troppo buona.

Luca

2 thoughts on “Scoprire che il lupo è cattivo”

  1. le tue premesse sono assolutamente insindacabili. personalmente penso che si manterrà quello splendido dualismo (visto tante volte nei governi pre-crisi per fare digerire agli italiani le scelte dolorose quando governa anche il centro-destra), per cui ci sarà qualche “cattivo traditore” che abbandona la nave e tiene in piedi il governo per vivacchiare il tempo necessario per quel che serve a tutti (loro). sono troppi i gruppi di potere all’interno del pdl – pure gasparri che non stimo (uso termini corretti per evitare a te e me querele) ma porta tanti voti – che sono contro la decisione di berlusconi perchè non sia progettato.
    che ci sia un aprosdoketon finale inatteso? purtroppo, ci toccherà vedere la fine. questa volta non possiamo andare a dormire, o spegnere la tv e leggere un libro…

Comments are closed.