Vi prego, togliete il basket alla RAI

basket_rai

Ieri sera ho visto gara 1 delle finali scudetto di basket tra Siena e Roma.
E’ stato uno spettacolo imbarazzante dal punto di vista televisivo.

A metà campo, i riflessi delle luci, abbagliano tutto impedendo di vedere perfino le linee.
Le riprese sono amatoriali, fatte con telecamere scadenti, coordinate da una regia impreparata, che non ne azzecca una.

Lasciamo perdere che poi nell’intervallo è saltato l’impianto e hanno giocato tutto il secondo tempo senza tabelloni luminosi e countdown dei 24 secondi, con gli allenatori che gridavano a voce ai giocatori il tempo che mancava per la fine dell’azione.

Il basket italiano è in grande crisi, ma la Federazione, se vuole riportare la gente a guardarlo, bisogna che pretenda un livello qualitativo superiore a quello offerto dalla RAI.
Non voglio fare il paragone con l’NBA, dove il ritorno economico è di un altro ordine di valori, e non mi aspetto che in Italia si usino 36 telecamere per coprire una partita, ma non ci vorrebbe molto per portare la proposta televisiva ad un livello accettabile.

Il basket è lo sport più spettacolare del mondo, ma se lo riprendi con la super 8, non c’è niente da fare, sembra di vedere la partita del liceo, anche se in campo ci fosse Lebron James.

Luca

5 thoughts on “Vi prego, togliete il basket alla RAI”

  1. Sono imbarazzanti, inadeguati come pochi. Tra l’altro, Luca, vogliamo parlare del calcio nella RAI?

    Ieri sera mi son visto i primi 15min di Italia-Haiti. Era un’amichevole e non discuto sulle riprese, sugli opinionisti (!?) e via dicendo…ma avevano piazzato un microfono a bordocampo attaccato a Prandelli, si sentiva tutto quello che diceva ai ragazzi, roba che se gli scappa un bestemmione diventa un caso nazionale.

  2. Almeno, nel calcio le riprese sono decenti. I telecronisti, però sono forse peggio di quelli del basket.

  3. pare che nei fatti gli interessati siano sky e rai, che hanno tv “dedicate”, perchè nelle tv generaliste il basket fa lo zero virgola di ascolti.
    quindi la domanda vera è: meglio una copertura competente e a pagamento o una copertura scadente ma aperta a tutti?
    la pallavolo ha scelto la seconda strada, che permette agli appassionati come me di godersi le partite in ogni caso strafregandosi del commento: l’ha scelta non per far contento me, ma per allargare un movimento che ha bisogno di essere allargato, e ha bisogno della visibilità della tv “gratuita”.

  4. Guarda, io del commento non discuto. E’ decente, niente di più. Ma le riprese fanno veramente schifo. Non ci si può innamorare del basket guardando una partita ripresa in quel modo.

  5. Sottoscrivo (del commento mi spingo a dire competente, che poco non è, se consideriamo i recenti orrori di Franco Lauro). A un certo punto, vedendo tutta quella luce riflessa sul parquet, mi sono chiesto se a Roma il sole tramontasse più tardi…

Comments are closed.