Non ci dici niente del cavaliere?

Avrei voluto scrivere qualcosa sulla condanna di Berlusconi.
In realtà non so che dire.
Innanzitutto è una sentenza di primo grado e io, al contrario di molti antiberlusconiani, non è che abbia poi questa grande fiducia nella magistratura. Ci sono due gradi di giudizio per ribaltare tutto.

E poi, onestamente, non c’è niente da festeggiare.
Primo, perché io sono un garantista e non festeggio le condanne di nessuno.
Secondo, perché la sentenza non cambia niente.
Sono passati venti anni, Berlusconi ha fatto tutto i danni che poteva fare al nostro paese e, non più tardi di 4 mesi fa, ha rischiato fortemente di vincere le elezioni.

No, non c’è proprio niente da festeggiare.
Il tempo è scaduto.
E pure da un bel po’.

Luca

2 thoughts on “Non ci dici niente del cavaliere?”

  1. personalmente non riesco a festeggiare nemmeno per una procura che a mio avviso ha seguito male il caso. berlusconi ha abusato del suo potere per telefonare in prefettura e fare pressione sui funzionari. non mi pare che l’azione penale chiami in causa i suddetti funzionari, e i diretti superiori, come dovrebbe essere norma. che cosa succedesse in quella casa è solo supposto (e pure i rapporti con una minorenne non sono chiari).
    vediamo che succede in appello (e secondo me gli daranno al più 4 anni per non farlo finire in carcere)…

    (credo sia inutile sottolineare che comunque meriterebbe – anche per altri reati – la galera, che è inaccettabile l’uso comune dei politici di fare valere il proprio potere per questioni personali. e lui è stato beccato – a differenza di altri – con le mani nella marmellata per cui è giusto che venga condannato, ecc…)

Comments are closed.