Il mio endorsement per le comunali di Siena

Domenica a Siena si voterà per le elezioni comunali.
Non credo ci siano mai state elezioni così incerte nel feudo rosso d’Italia.

Io non voterò, perché vivo fuori del Comune.
Mi piaceva però darvi la mia opinione, visto che tante volte ho speso parole sulla situazione senese.

Se io fossi residente nel Comune di Siena, Domenica me ne starei a casa.
Turarsi il naso va bene, ma a tutto c’è un limite.

Non c’è una proposta politica decente tra quelle presentate agli elettori.
E non c’è stato nessuno che abbia avuto il coraggio di dire l’unica cosa che andava detta.
E cioè, che la festa è finita.
Che vanno riviste le aspettative di questa città e va ripensato il nostro stile di vita.
Altro che candidatura come Capitale Europea della Cultura.

Siena si rilancia prendendo atto della realtà.
Un giorno poi, argomenterò meglio.

Il pronostico?
Vince Valentini al ballottaggio contro Neri.

Amen.

Luca

4 thoughts on “Il mio endorsement per le comunali di Siena”

  1. Menti sapendo di mentire. Ci sono 2 candidati che negli ultimi 3 anni prima hanno detto che i soldi stavano sparendo e poi stanno dicendo che è inutile promettere alcunchè perchè i soldi sono finiti: Laura Vigni e Marco Falorni. Poi, ovviamente puoi pensarla come vuoi, ma questa cosa è incontrovertibile.

  2. Marco Falorni si presenta con il sostegno della Lega Nord. Laura Vigni con quello di Rifondazione di Ferrero e Diliberto.
    Le proposte politiche non sono decenti per me. Se a te piacciono, fai bene a votarli.
    Ma non capisco in cosa avrei mentito.

  3. Qui: “E non c’è stato nessuno che abbia avuto il coraggio di dire l’unica cosa che andava detta.
    E cioè, che la festa è finita.”
    Dopo di che, come ho detto, ognuno vota quel che vuole ovviamente. Come sempre però mi dà fastidio questa tendenza a dire “tanto sono tutti uguali” perchè porta inevitabilmente alla conferma dello status quo, che è la peggiore e definitiva sciagura che possa capitare a questa città.

  4. Non ho mai detto che siano tutti uguali.

    “Non c’è una proposta politica decente tra quelle presentate agli elettori.”

Comments are closed.