La mozione Matteo Renzi non è mai esistita

Oggi una retroscenista ubriaca del Corriere della Sera (lo dico con simpatia, cara Maria Teresa Meli) ipotizza un Matteo Renzi pronto alla guida di un governo sostenuto da PD, PDL e M5S.
E magari anche da stocazzo.

Matteo Renzi ha risposto qualche minuto fa su Twitter.

Dai, ancora soltanto QUINDICI giorni all’insediamento del nuovo parlamento.

Luca

6 thoughts on “La mozione Matteo Renzi non è mai esistita”

  1. Occhio a fare dichiarazioni del tipo: “Ancora QUINDICI giorni… (poi vediamo cosa riescono a combinare (interpretazione di chi scrive)); assomigliano molto a: “Che faccia un partito e si presenti alle elezioni!” (cit.)
    Il commento alla comparazione si consideri implicito 🙂

    Con affetto 🙂

  2. Che Renzi non voglia fare un partito mi sembra ormai una cosa conclamata.
    Che non sia fesso e non possa accettare la patata bollente di un’impresa nata già morta mi pare altrettanto evidente.
    L’ansia per i quindici giorni che ancora ci separano dall’insediamento del nuovo parlamento è soltanto riferito allo stillicidio di scemenze che dovremo sentirci prospettare.

  3. come sempre, in pieno accordo. se mai si arriverà ad una coalizione “ufficiale”, non potrà essere retta da renzi, a mio avviso. Penso più facilmente ad uno spostamento nel gruppo misto di parte dei parlamentari del centrodestra, personalmente, e all’opposizione responsabile del movimento 5 stelle. Mi pare difficile (ma non impossibile. nulla è impossibile nella politica italiana) che possa stare in piedi un governo monocolore di movimento 5 stelle (se è vero che c’è questa proposta, come scrivono alcuni giornali)

  4. @guandalf: io mica ti capisco, quando scrivi… Non capisco se mi prendi per il culo o se mi prendi per il culo… 🙂

Comments are closed.