Il silenzio è d’oro

Sono stato lì lì per pubblicare un commento sul lutto che ha colpito Siena, di come io sia rimasto abbastanza sconvolto dai commenti rilasciati da notissimi conduttori televisivi, noti vignettisti televisivi, ancor meno noti blogger locali, del tutto ignoti blogger e commentatori anonimi.

Sono giunto alla conclusione che forse è meglio tacere.
Che la morte cambia le cose, ci porta ad un punto di non ritorno con le nostre considerazioni.

I buoni non esistono, ed i cattivi nemmeno.

I veri buoni sono forse soltanto quelli che sanno fermarsi un attimo e depongono le armi per onorare il nemico morto in battaglia.

Perché siamo tutti bravi a scrivere grandi pensieri nei nostri blog o nei nostri profili su Facebook.
Poi c’è un morto in un vicolo di Siena, ci sono i suoi cari che lo piangono e tutto cambia.

O dovrebbe cambiare.

Luca