Lo scandalo di Catania

Sono solito farmi beffe dei complottismi, di qualunque genere.
Figurarsi di quelli per il calcio.

L’ho ridetto.
Ho detestato con tutto il cuore la triade Moggi-Giraudo-Bettega fin dal suo insediamento.
Non sono uno di quegli juventini che va sempre tutto bene e che non è mai vero niente.

Detto questo, vedere della malafede nell’episodio di ieri di Catania, in cui l’arbitro ha annullato un goal che aveva già deciso di convalidare, significa voler vedere il marcio a qualunque costo.
Significa voler credere che le scie degli aerei siano indiscutibilmente delle scie chimiche spruzzate dai governi per plasmarci la mente.

Se un arbitro è in malafede il goal lo annulla subito, non si fa coinvolgere in una trattativa imbarazzante durata un minuto, alla fine della quale decide che la sua decisione giusta era in realtà sbagliata.
C’è da dire piuttosto, che se ti trovi davanti alcuni giocatori nazionali, tra cui Pirlo, in maglia bianconera è facile che tendi a dar credito a loro piuttosto che ad un qualunque giocatore del Catania.
E’ sbagliato, ma è normale che sia così.
E’ umano.

Proprio per questo Pirlo e gli altri giocatori della Juve avrebbero dovuto evitare di assediare l’arbitro e lasciarlo decidere in pace.
Perché se sei un campione, un esempio per i bambini e bla bla bla, allora devi esserlo sempre.
E Chiellini, lo dico con tutta la simpatia e la stima che ho per lui, ha onestamente rotto il cazzo.

In questo purtroppo i giocatori juventini non sono migliori degli altri.
Sono dei piagnoni che tentano di dimostrare di aver ragione pur quando sanno benissimo di aver torto marcio.

A Catania è andata in scena la solita cialtroneria italiana, rinforzata dalla mediocrità arbitrale.

Se però, siete più sereni nel credere che le scie degli aerei siano in realtà delle scie chimiche, allora si, la Juve ha già comprato lo scudetto.

Voi lo chiamate complotto, io la chiamo cialtroneria all’italiana.

Luca

Foto | Repubblica.it

7 thoughts on “Lo scandalo di Catania”

  1. beh, o ladri o cialtroni, se non è zuppa…
    Approfitto per quotare in toto il tuo giudizio su Chiellini.

  2. Smetterò di vedere complottismi in questo sport malato quando vedrò darvi un rigore inesistente contro. Oppure un gol in fuorigioco convalidato che vi fa perdere la partita (ovviamente l’altra squadra dovrà essere provinciale). Allora si.. ma non succede praticamente mai… e se succede solo 1 volta, non farà testo. E Agnelli si lamenterà.. è un film già scritto.

Comments are closed.