Caro Beppe, ti piace vincere facile in Sicilia

L’altra sera, quei due disgraziati di Cruciani e Parenzo hanno fatto sentire un pezzo di un comizio di Beppe Grillo in Sicilia.
La frase detta era questa, che ho ritrovata citata in questo articolo.

Volevo dirvi una cosa sui forestali, che sono qua presenti in gran numero. Desidero dirvi che i forestali sono una risorsa veramente importante per una regione a forte rischio idrogeologico come la Sicilia. Perché di solito gli interventi vengono messi in atto solo dopo che i danni si sono già verificati, con le modalità dell’emergenza, mentre è sulla prevenzione che bisogna puntare. E i forestali sono la prevenzione.

Se uno vivesse sulla luna, potrebbe pensare che Beppe Grillo avesse ragione a difendere il ruolo dei forestali, in un paese come il nostro, così disastrato dal punto di vista idrogeologico.

Peccato che questa cosa qui la potrebbe pensare soltanto uno che vivesse sulla Luna, perché è noto come i forestali siciliani siano uno dei più clamorosi esempi di sperpero del denaro pubblico.
Li chiamiamo forestali, ma non sono militari in forza al corpo delle Guardie Forestali, bensì delle “guardie boschive o campestri” pagate dalla Regione Sicilia o dai Comuni per controllare il territorio.
Il posto di forestale è stato utilizzato come rimedio miope e sciocco alla disoccupazione e come metodo di scambio elettorale.

Basta dare un’occhiata ai numeri per avere un’idea di cosa stiamo parlando.
Per capirsi, la Sicilia ha 27.000 forestali.
Il Piemonte ne ha meno di 400, la Liguria 280.
Il paese di Pioppo, in provincia di Palermo, ha duemilatrecento abitanti e 383 forestali, praticamente quanto tutta le Regione Piemonte.

Ecco, andare in Sicilia e dire che è giusto avere così tanti forestali, è una cosa da pavidi, da chi cerca soltanto il consenso elettorale.
E’ una roba che potrebbe dire un politico di professione, non un comico che vuole rivoluzionare l’Italia.

Luca

One thought on “Caro Beppe, ti piace vincere facile in Sicilia”

Comments are closed.