Un paese di moralizzatori della vita altrui

Che quelli di Anonymus fossero dei coglioni l’ho sempre pensato.
Oggi mi hanno dato la conferma definitiva, attaccando, indovinate quale sito?
Beh, ovviamente quello di Alex Schwazer.
Il messaggio che hanno lasciato sul sito ha una portata rivoluzionaria più o meno pari a quella delle scritte che leggo sugli autobus.

Anonymous Italia approfitta del sito di Alex Schwazer per condannare la pratica del doping nel mondo dello sport. Caro Alex, oltre ad un atleta, sei anche un carabiniere. Non sappiamo cosa ti sia venuto in testa qualche mese fa. Ma la tua vita, il tuo lavoro, il tuo sport, avevano ed hanno una responsabilità troppo alta e nobile nei confronti di ciascuno di noi, della tua famiglia, della tua gente, e non avresti dovuto mai commettere questo errore. Noi di Anonymous Italia ci uniamo a quanti, ogni giorno, lottano e lavorano per fare pulizia nel mondo dello sport. We are Anonymous. We are Legion. We do not forgive. We do not forget. Expect us

Come scrive oggi Marco Imarisio sul Corriere:

Gli insulti esagerati contro Alex Schwazer confermano solo la nostra innata tendenza alla gioiosa bastonatura del cane che affoga.

Luca

2 thoughts on “Un paese di moralizzatori della vita altrui”

  1. Ma perchè non ucciderlo direttamente a questo punto…un misto di arroganza ed ignoranza davvero notevoli.

    “Noi di Anonymous Italia ci uniamo a quanti, ogni giorno, lottano e lavorano per fare pulizia nel mondo dello sport.”
    Chissà se avranno letto l’intervista a Donati della Wada oggi sulla Gazzetta. Consiglio di leggerla a tutti…giusto per farsi un’idea su quanto siano “rigorosi” gli enti preposti a fare pulizia in Italia.

  2. DA UN MONDO DI BIGOTTI RINCOGLIONITI NON POTEVAMO ASPETTARCI ALTRI COMPORTAMENTI. CONDIVIDO APPIENO LA TEORIA DEL CANE CHE AFFOGA.
    LUCA TI HO APPENA SCOPERTO IN INTERNET MA TI CONTINUERO A SEGUIRE… SEI TOSTO

Comments are closed.