Didier e Gilles

30 anni fa si corse il Gran Premio di San Marino, l’ultimo di Gilles Villeneuve, vinto con grandi polemiche dall’amico e compagno di squadra Pironi

Fra pochi giorni saranno 30 anni dalla morte di Villeneuve.
Ieri erano 30 anni dall’ultimo Gran Premio corso dal pilota canadese, nel quale si consumò un dramma umano e sportivo che vale la pena raccontare.
L’ha fatto Tommaso Pellizzari sul Corriere.
Era il GP di Imola del 25 Aprile 1982 e Villeneuve perse la gara a causa di un sorpasso all’ultimo giro del suo compagno di squadra, Didier Pironi.

Tra i due, molto amici, si ruppe qualcosa.
Gilles non gli perdonò quel sorpasso. Per lui il segnale dei box della Ferrari era stato come un ordine di mantenere le attuali posizioni, mentre Pironi l’aveva interpretato in tutt’altro modo.

Fatto sta che i due non avranno tempo di riconciliarsi.
Due settimane dopo Villeneuve morirà durante le prove del GP del Belgio, durante un terzo giro veloce fatto con le gomme finite proprio dopo aver saputo di essere stato superato in griglia da Pironi.

Tre mesi dopo un destino appena migliore toccherà a Pironi, con un incidente spaventoso nel quale si maciullerà entrambe le gambe.
Serviranno 30 operazioni per rimetterlo in sesto.

Ma le storie a volte devono essere tragiche fino in fondo e, alcuni anni dopo Pironi morì in un incidente nautico.

La moglie di Pironi era incinta di due gemelli.
Li ha chiamati Didier e Gilles.

Luca

5 thoughts on “Didier e Gilles”

  1. Grazie per l’elegante battutina…., del resto la perfezione non è di questo mondo e infatti il tuo post era “quasi” perfetto…
    Per la cronaca, sono tra quelli che quando Gilles è morto, pianse per una settimana tra l’ironia generale dei miei e dei compagni di classe….

  2. Ma che fai, mi diventi pure permaloso?
    Comunque, si, avevo capito che eri un fan.

  3. erano i tempi della F1 “romantica”, che poi mi son sempre chisto quanto romanticismo c’era a vedere la gente che moriva un gp si e l’altro pure.

Comments are closed.