Leopolda 2011

Stasera scoppia il Bing Bang alla Leopolda.
Questo fine settimana Matteo Renzi potrebbe cambiare alcune delle carte in tavola della politica italiana.
E la politica italiana lo sa.

Lo si è capito da come in molti in questi giorni si stiano affrettando a proporre la loro idea sul futuro del PD (leggi Zingaretti, eterno candidato potenziale).
Vediamo cosa succederà e speriamo che nella stanza dei bottoni del PD si capisca finalmente che Matteo Renzi è una grande risorsa per il partito e che sarebbe utile e saggio aiutarlo e supportarlo.

Renzi deve invece accettare questo supporto.
Sono sicuro che lo farà.

Luca


One thought on “Leopolda 2011”

  1. Renzi ha capito (e purtoppo bisogna dargli ragione su questo) che la classe dirigente del PD è fin troppo attenta a mantenere lo status quo, che il suo conservatorismo ha raggiunto punte insostenibili e che ha deciso di non sporcarsi più le mani con temi impopolari o cercare di interpretare i cambiamenti della società portando avanti battaglie a volte anacronistiche.
    E dunque il Renzi sa che difficilmente si scomoderanno a sostenerlo o a darsi una mossa, per questo tenta la strada, rischiosissima, dell’acclamazione popolare, sperando che sia la stessa gente a smuovere quella massa grigia e fiacca che è diventato il partito.

Comments are closed.