Le comiche trattative per portare Kobe in Italia. Reprise

Claudio Sabatini, il ciarliero Presidente della Virtus Bologna, dopo averci scassato la minchia per un mese, ed un attimo prima di arrendersi, ha deciso di scrivere nientemeno che ad Obama.
Hai visto mai, che tra una cosa e l’altra, ci mettesse una buona parola

Avremmo voluto mantenere confidenziale e riservato il messaggio inviato questa notte al Presidente degli Stati Uniti Barack Obama, ma onde evitare interpretazioni errate, pubblichiamo il contenuto della lettera sopracitata.

Egregio Signor Presidente,
Abbiamo un sogno: quello di vedere Kobe Bryant giocare nella nostra squadra, la Virtus Pallacanestro Bologna, città conosciuta in tutto il mondo come Basket City.
Condividiamo con Lei il desiderio che il lockout Nba finisca presto, ma nel frattempo ci conceda l’opportunità di veder giocare, almeno per una partita, il grande Kobe Bryant con la maglia bianconera in modo tale da farlo diventare parte della nostra storia.

Luca

3 thoughts on “Le comiche trattative per portare Kobe in Italia. Reprise”

  1. Auhuhahahah!! Secondo me se il lockout viene prorogato a fine anno, lui dopo l’8 dicembre scriverà anche una letterina a Babbo Natale.

  2. E comunque dai, provo a cercare il lato positivo di tutta questa faccenda: uno come Sabatini una risata riesce sempre a tirartela fuori.

  3. Avevi ragione, anche se tutti gli appassionati di basket hanno sognato di vedere lo spettacolo…

    Il sogno Bryant finisce qui
    Bologna chiude la telenovela

Comments are closed.