Non sono mai stato ragionevole

La questione del rinnovo del contratto dei calciatori è una di quelle cose in cui non serve che mi spiegate niente, non provate a farmi capire.
Non voglio sentirvi e se provate a parlare mi tappo le orecchie.

Avete torto.
Semplicemente perché non è possibile che abbiate ragione.

Ci sono categorie lavorative nelle quali i sindacati dovrebbero semplicemente avere la dignità di non esistere.

Luca

3 thoughts on “Non sono mai stato ragionevole”

  1. No, il basket NBA non è uno sport. È cinema, quindi non rientra nei canoni.
    A parte gli scherzi, lì la cosa è ancora più scandalosa, visto che sono tutti milionari.
    Qui almeno mascherano la protesta con la scusa dei calciatori delle serie minori.

  2. Non sto seguendo la questione NBA, ma se non ho capito male il tutto e’ partito dal fatto che la lega e’ in perdita e che c’e’ gia’ una squadra che non ha proprietario ma e’ gestita dalla NBA stessa… la vedo una situazione abbastanza diversa da quella del nostro calcio.

    Vale comunque il principio che, se i soldi non ci sono, si abbassino i salari dei giocatori senza grossi drammi: campano tutti molto bene anche copn meta’ di quello che prendono ora.

Comments are closed.