La CGIL sotto ricatto della FIOM. Speriamo non il PD

Non voglio nemmeno discutere l’opportunità di indire uno sciopero generale nel settembre del 2011, alla ripresa delle attività, con i casini che ci sono in giro.
Capisco pure che la Camusso debba tener buono Landini, molto più ben voluto di lei dalla base della CGIL.

La prossima volta, però, aspettate almeno che la manovra arrivi in parlamento.
Perché stiamo cercando ancora di capire cosa conterrà questa manovra.

Se proprio volevate lo sciopero generale, potevate almeno aspettare.
Così fate ridere.

Ora il PD deve fare una scelta matura e non seguire la CGIL.
O segue Napolitano o segue Landini.
Tutti e due è impossibile.

Luca

4 thoughts on “La CGIL sotto ricatto della FIOM. Speriamo non il PD”

  1. ma vuoi mettere, se il Parlamento cancellerà le norme sui contratti in deroga e il tfr degli statali, la soddisfazione di annunciare “La minaccia dello sciopero ha funzionato alla grande…”

Comments are closed.