La libertà non è tirare l’ammoniaca in faccia

Sulla vicenda della No-TAV cè tanto da dire, ma alla fine basta quello che ha scritto il Presidente Napolitano.
Su tutto però bisogna chiarire una cosa.
Preparare delle bombe all’ammoniaca per tirarle a poliziotti ed operai non è giustificabile mai.


Sulla vicenda della No-TAV cè tanto da dire, ma alla fine basta quello che ha scritto il Presidente Napolitano.

Su tutto però bisogna chiarire una cosa.
Preparare delle bombe all’ammoniaca per tirarle a poliziotti ed operai non è giustificabile mai.
Le azioni non violente, anche odiose come violare zone interdette, sono una cosa.
Tentare di sfregiare la faccia di chi si ha davanti è tutt’altra cosa.

Poi ci sarebbero anche altre cose da dire.
Che ad esempio la gente non ha ancora ben capito cosa significhi essere un Partito Democratico e che quello che sta succedendo in questi giorni ci chiarisce perché il PD debba essere diverso da SeL e IDV.
In questo senso il commento di Bersani è sottoscrivibile cento volte:

Non si tratta piu’ di come si fa una ferrovia ma di come funziona una democrazia.

In uno stato normale vengono prese delle decisioni, ma una volta prese le si portano avanti, specialmente quando queste decisioni sono state discusse e ridiscusse.

Non c’è nessuna grande dimostrazione di democrazia nello stare sempre dalla parte di chi fa casino.

Luca

4 thoughts on “La libertà non è tirare l’ammoniaca in faccia”

  1. bello anche l’intervento del sindaco di Sant’Antonio Valsusa (video su corriere.it), con le considerazioni di un NO TAV pacifico… a mio avviso precise e puntuali, ancorchè necessarie (a parte lo sfogo, comprensibile, contro Grillo, che condivido, ma che secondo me è secondario ad altri discorsi).

  2. Dice che la storia dell’ammoniaca un fosse vera, almeno cosi` diceva ieri mentana a la7. O meglio, diceva che non ci sono evidenze che venisse lanciata ammoniaca. In un altro servizio poi facevano sentire come i facinorosi black block parlassero il dialetto locale..

  3. Si, tanto in queste cose non si sa mai cosa è vero e cosa non lo è.

Comments are closed.