Il Movimento 5 Stelle contro Beppe Grillo e Casaleggio

Giornalattismo analizza la situazione del Movimento 5 Stelle che non approva le decisioni imposte dall’alto da Beppe Grillo e da Casaleggio.

Su Giornalettismo è stato pubblicato un articolo interessante sulla guerra che si sta scatenando dentro il Movimento 5 Stelle contro Beppe Grillo e Casaleggio Associati.
L’articolo è lunghetto, ma è interessante e documentato.

Della questione ne aveva parlato anche Alessandro Gilioli alcuni giorni fa intervistando una ex candidata del Movimento 5 Stelle.

Le critiche che vengono dal basso, sono sempre le stesse.
Beppe Grillo decide tutto.
Regole, candidature, statuti ed incarichi.
O meglio, decide tutto Casaleggio, la ditta che gestisce, con grande profitto, il blog di Grillo e tutto il relativo merchandising.

Il livello di chiusura è tale, che nelle riunioni in cui vengono comunicate le decisioni, sono proibite le registrazioni audio-video, quando sappiamo che una delle battaglie storiche del grillismo è sempre stata quella di registrare le sedute dei consigli comunali o regionali.

I malumori nella base stanno aumentando ed in molti chiedono a Grillo di separarsi da Casaleggio e di arrivare ad una gestione limpida del Movimento.

Beppe Grillo ha risposto alle critiche interne con questo post, pubblicato qualche giorno fa, nel quale praticamente manda affanculo chi non la pensa come lui.

Pare buffo che il Movimento 5 Stelle voglia togliere dai partiti la cosa forse più bella dei partiti medesimi e cioè la collegialità delle decisioni.
Grillo ha scoperto che la dittatura ha un funzionamento più snello della democrazia.
Non mi pare una scoperta né nuova e né bella.

Luca

Via | Inkiostro