No, perché poi ci sono anche quei geni di Altroconsumo

E’ partita la nuova crociata di questo blog contro le associazioni di consumatori e suoi simili.
Oggi parliamo male di Altroconsumo.
Non per altro, ma per la class action che ha lanciato contro la RAI per aver svolto male il suo servizio di informazione.
In pratica accusano la RAI di non aver informato i suoi abbonati in modo obiettivo e chiedono un rimborso minimo di 500 € per ogni abbonato che sottoscriva la class action.

Per ora hanno aderito 18.000 persone.
18.000×500€=9.000.000 €

Ecco, nove milioni di euro.
Che ovviamente pagheranno gli abbonati RAI, compresi quelli che hanno aderito alla class action.

Ma si può essere più cretini di così?

Luca

2 thoughts on “No, perché poi ci sono anche quei geni di Altroconsumo”

  1. La cosa pazzesca è che accanto al lancio della class action c’è la notizia che l’Agcom ha comminato una multa alla Rai per violazione della par condicio. Quindi esiste già un meccanismo di “punizione” per le televisioni che violano le norme. Quindi la class action (mi domando come si fa a quantificare un danno di questo tipo) è veramente velleitaria.
    Poveri giudici….

  2. Più che altro, questi furboni di Altroconsumo si dimostrano dei piccoli truffatori.
    Mandano pubblicità con le quali invitano ad associarsi (a pagamento ovviamente) promettendo regali.
    Poi non arriva niente.
    Ma i quattrini li hanno presi.
    Proprio ieri sera mi ha chiamato una signorina (era un call center) per sapere (ed era pure incazzata) perchè non avevo più pagato. Alle mie rimostranze per la presa in giro dei regali mai avuti…. mi ha pure tacciato di scorrettezza perchè avrei dovuto avvisare dando disdetta.

    Meno male che è un’associazione di tutela dei consumatori.

    Forse è meglio definirla un’associazione a de…..

    Ciao a tutti e dite la vostra

Comments are closed.